Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Polverino-Nugnes, amore in crisi. E la mondragonese strizza l' occhio a Romano contro il direttore Asl

26 / 05 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Polverino-Nugnes, c'eravamo tanto amati. Sembra essere finito l'idillio tra i due consiglieri regionali del Pdl (entrambi ex An e fedelissimi del sub commissario regionale Mario Landolfi). Eletti insieme a Palazzo Santa Lucia, l'uno in appoggio dell'altro nella corsa 'maschio-femmina' delle regionali campane, tra i due i rapporti sembrano essersi definitivamente incrinati. A far rompere l'idillio pare essere stata qualche 'nomina' che la consigliera regionale di Mondragone avrebbe voluto per qualche sua fedelissima. O meglio, per una sua fedelissima, Alessandra Beatrice. La Nugnes l'ha proposta prima come candidata a sindaco a Mondragone (ma Landolfi le ha preferito Giovanni Schiappa, poi eletto). Poi ha tentato di piazzarla come assessore in Provincia, ma le è stato imposto lo stop da Polverino che spinge per Gianpaolo Dello Vicario, uomo fidato del consigliere regionale ad Aversa. Ed ora la Nugnes sembra essere pronta a far 'pesare' tutti questi 'no' ed ha deciso di appoggiare la campagna contro il direttore generale dell'Asl di Caserta, Paolo Menduni (legato politicamente proprio a Polverino), avviata dal presidente del consiglio regionale Paolo Romano insieme con l'esponente Idv Eduardo Giordano. Risultato? Per mercoledì è convocata una conferenza in Regione Campania con tutti i consiglieri regionali casertani (di sinistra e di destra) per affrontare i problemi dell'Asl di Caserta. Unico assente Polverino, mentre la Nugnes ha dato la propria disponibilità. La sua presenza significherebbe una rottura scontata con Polverino, Landolfi e tutta la squadra di ex An.

Caserta Politica Mondragone Casal di Principe Casal di Principe camorra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.