Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Primarie Pd. Ecco i risultati ufficiali: solo Caputo e la Picierno sono certi della futura elezione. Esposito, Sgambato e Abbate per due posti

30 / 12 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 

Nicola Caputo vince le primarie del Partito democratico casertano (con 5364 voti) e prenota un posto in Parlamento (con vista Senato). Alle sue spalle si piazzano ben tre donne: Pina Picierno (5079), Lucia Esposito (4924) e Camilla Sgambato (4659). Poi ancora Dario Abbate (4373), Stefano Graziano (4184), Carlo Marino (3458), Raffaella Zagaria (1762), Franco Capobianco (890) e Loredana Affinito (823). Risultati che non certificano chi saranno i nuovi parlamentari visto che la presenza di tre donne ed un solo uomo in posizione utile potrebbe anche non certificare l’elezione. Il nodo, infatti, è stabilito dalla doppia preferenze che si poteva assegnare e che, dunque, ha premiato soprattutto le donne, che hanno potuto giocare sul ticket. Vien da sé che Pina Picierno, comunque, è piu’ che garantita per il ritorno alla Camera, mentre a rischiare seriamente sembra Camilla Sgambato, la moglie dell’avvocato Giuseppe Stellato, alla quale potrebbe essere preferito Dario Abbate, il segretario provinciale dimissionario. Fuori dai giochi, ormai, Stefano Graziano e Carlo Marino che pure si sono battuti con forza. Anche perché della lunga notte del Pd casertano resteranno soprattutto i dubbi su alcuni voti. Come quello di Sant’Arpino (dove sono state trovate piu’ schede rispetto al numero di elettori e che alla fine potrebbe essere annulato), passando per quello di Piedimonte Matese (dove Caputo e la Esposito hanno raccolto 500 voti a testa mentre gli altri candidati insieme non arrivano neanche a 50) fino a quelli di Marcianise e Sessa Aurunca dove si racconta di persone che hanno votato piu’ volte senza neanche i documenti.

primarie partito democratico caserta parlamentari parlamentari eletti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.