Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Primarie a Caserta, Marino rilancia: "Non possiamo 'commissariare' gli elettori"

29 / 02 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Torna a parlare Carlo Marino. Dopo la domenica infuocata dalla decisione di tre candidati alle Primarie di Caserta di ritirarsi dalla competizione elettorale in aperta polemica con lui, l'avvocato penalista prova a lanciare un messaggio distensivo alla vigilia dell'incontro a Napoli con la segretaria regionale Assunta Tartaglione e nel giorno in cui sembra essere arrivata finalmente la svolta per il commissariamento del partito a livello provinciale. "Ho letto con la doverosa attenzione la dichiarazione firmata dagli altri candidati alle primarie e ne condivido le preoccupazioni, ma non posso essere d'accordo con le soluzioni da loro proposte. Io penso che noi dobbiamo continuare ad avere fiducia nei cittadini, nella loro capacità di discernere e, quindi, le primarie sono lo strumento più idoneo per scegliere, in modo trasparente e con il consenso degli elettori, il candidato sindaco del centrosinistra in grado di battere il centrodestra e la demagogia grillina nella prossima competizione elettorale per il governo della città. Una strada diversa, al punto in cui ci troviamo, nella fase finale della campagna delle primarie, verrebbe giustamente letta come una sconfitta della democrazia e del popolo delle primarie a tutto vantaggio delle manovre dei partiti con nomi calati dall'alto. E, mentre il 6 Marzo in tutte le città d'Italia, in cui si voterà il prossimo giugno, i cittadini, tutti i cittadini, sono chiamati a scegliere i candidati del Pd alla carica di sindaco, nella sola città di Caserta si sceglierebbe una soluzione non democratica. Un marchio di inaffidabilità che la città ed i casertani, gli elettori ed i militanti del Pd e del centrosinistra non meritano. È come se si decidesse di commissariare un intero popolo di elettori. Io, al contrario, ho fiducia negli elettori e nella loro capacità di scegliere. Per quanto riguarda le preoccupazioni avanzate dagli altri candidati alle primarie ritengo che possano essere contrastate soltanto con un voto trasparente e democratico, con una campagna elettorale in cui tutti i candidati si sottopongono con le loro proposte al giudizio degli elettori e con una azione di vigilanza che garantisca l'esercizio di un voto libero. Dopo il voto delle primarie toccherà al candidato sindaco, d'intesa con il Pd e con le forze del centro sinistra, apportare gli ulteriori aggiustamenti programmatici su cui aprire il confronto con tutte quelle forze che vogliono il cambiamento radicale nel governo della città e rompere con un passato che ci ha fatto precipitare in uno stato di pauroso degrado ed abbandono. Nostro obbiettivo comune, di tutti i candidati, del Pd e del centrosinistra unito deve essere la sconfitta del centrodestra, responsabile del disastroso stato attuale in cui versa la città, e del grillismo populista e inconcludente".

caserta primarie partito democratico carlo marino commissariare elettori
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.