Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Orsi voleva mettere le mani anche su Lo Uttaro. "Cosentino mi diede l'ok"

10 / 09 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nuova udienza questa mattina del processo che vede coinvolto l'ex sottosegretario alle Finanze Nicola Cosentino. Sul banco dei testimoni ancora l'imprenditore di Casal di Principe Sergio Orsi che ha risposto sia alle domande del pm della Dda Alessandsro Milita che a quelle del difensore di Cosentino, Stefano Montone. Milita ha chiesto ad Orsi se conoscesse l'ex sindaco di Aversa e consigliere regionale Giuseppe Sagliocco. “Lo conosco da quando ero giovane e partecipavo alle riunioni della Democrazia Cristiana e poi al Partito Popolare. Ma non c'entra con l'accordo con Giuseppe Valente (presidente di Eco4, ndr)". Orsi ha poi affermato di essersi interessato anche alla discarica di Lo Uttaro. "Era, se ricordo bene, il 2003. Era ancora in esercizio Saurino 2. In attesa di Saurino 3 seppi attraverso Orrico che il Commissariato di Governo voleva attivare una nuova discarica a Lo Uttaro. Feci dei passi attraverso il sindaco Falco per propormi. Ne parlai anche con Facchi su suggerimento di Orrico. Fu fatta un’ ordinanza attraverso la quale potevamo partecipare con l’Eco4. Ne parlai anche con Cosentino e Landolfi. Cosentino mi disse ‘vai avanti’. C’erano altri invasi che potevano essere usati nel territorio del Ce4 come Saurino 3. Ancora oggi non so perche' non sia stato usato quello. Penso che ci siano stati ragioni politiche alla base del non uso di Saurino 3. Non so perche' non fu fatto piu nulla a Lo Uttaro. Era redditizio avere una discarica per noi”.

Il legale di Cosentino, invece, ha sottolineato la questione delle pressioni in Prefettura di Caserta per far riavere il certificato antimafia alla societa' di Sergio Orsi e del fratello Michele poi ucciso dai Casalesi.“Assistetti a quella chiamata – ha dichiarato Orsi con riferimento alla telefonata tra Cosentino ed il vice prefetto Provolo – Avevamo ricevuto i documenti per l’antimafia per Castel Volturno, ma tardavano ad arrivare quelli per Mondragone. Cosentino concordo’ un appuntamento. Non consoco Provolo. Era un viceprefetto. Andai da Cosentino per la richiesta di informazione e per un intervento. Cosentino mi capi' bene. Cosentino ha contatto Provolo per intervenire”.

nicola cosentino processo sergio orsi discarica lo uttaro giuseppe sagliocco
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.