Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA Chieste 7 condanne per i parenti dei boss del clan Belforte

17 / 01 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sette condanne ed una assoluzione: è questa la richiesta avanzata dal pubblico ministero della Dea nel corso del processo con rito abbreviato dell’inchiesta Dynasty contro i parenti dei boss del clan Belforte. Il pm ha invocato 10 anni per Simmaco Zarrillo, figlio del boss Francesco; 12 anni per Eremigio Musone, figlio di Vittorio; 8 anni per Maddalena Della Paoli, moglie del boss Francesco Zarrillo; 1 anno e 6 mesi per Angelo Musone, zio di Eremigio Musone; 1 anno e 6 mesi per Anna Maria Arduleia; 8 anni per Francesco Tammaro; 1 anno e sei mesi per il pentito Claudio Buttone, fratello del boss Bruno. L’assoluzione è stata chiesta invece per Roberto Paolella. L’accusa contestata agli imputati è quella di associazione a delinquere finalizzata all’usura, al riciclaggio, all’estorsione ed al trasferimento fraudolento di valori con l’aggravante del metodo mafioso. Nell’inchiesta è coinvolto anche il professore Roberto Trombetta, che però ha scelto il rito ordinario.

marcianise clan belforte requisitoria processo dynasty parenti boss condanne
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.