Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

STIPENDIFICIO MADDALONI | Proclamati i consiglieri comunali, mentre la città sprofonda nel degrado

09 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Facce contente, sorrisi radiosi: da oggi è ufficialmente aperto lo stipendificio Maddaloni. Si, oggi sono stati proclamati i consiglieri comunali di Maddaloni eletti nelle scorse elezioni comunali del 10 giugno. Un 'ritardo', anche di 'stipendio', dovuto al riconteggio ma soprattutto al sequestro dei verbali da parte della DDA per l’indagine su una candidata (e forse altro) al consiglio comunale.

Maddaloni nel frattempo sprofonda nel degrado più profondo degli ultimi anni. Oltre alle condizioni scandalose del cimitero comunale (LEGGI QUI), oggi, ma da almeno un mese, la città è sommersa dai rifiuti. Dalle periferie al centro, Maddaloni è letteralmete una discarica a cielo aperto, con un minimo storico di raccolta differenziata, superata in peggio, soltanto dal periodo del commissariamento dell' ex sindaco Michele Farina.

Maddaloni avrà da oggi la sua Assise a distanza di due anni dall’ultimo consiglio comunale, a guida Andrea de Filippo. 

Ecco la composizione: 

Maddaloni nel Cuore: Rosa Rivetti, Nunzio Caiazzo, Francesco Capuozzo, Domenico Siviero e Salvatore Liccardo;

Con De Filippo sindaco: Giuseppe Iaculo, Michele Di Nuzzo, Domenico Russo;

Cambiamo Insieme: Luigi Bove, Aniello Amoroso;

Forza Italia: Giuseppe Magliocca, Giuseppe Carfora;

UDC: Nunzio Sferragatta;

Maddaloni Futura: Antonio De Rosa;

Orientiamo Maddaloni: Filippo Iacobelli;

Riscossa di Maddaloni: Claudio Marone

Città di Idee: Domenico Reitano, Edoardo Tontoli;

Maddaloni Green: Domenico Russo, Imperia Tagliafierro

Maddaloni Positiva: Angelo Tenneriello

Poi ci sono i candidati sindaci sconfitti:

Bruno Cortese, Concetta Santo ed Angelo Campolattano.

 

incuria maddaloni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.