Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ragazza incinta di Marcianise muore dopo amniocentesi, sotto processo due medici di Caserta

21 / 01 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Due medici di Caserta sono stati rinviati a giudizio per la morte di Maria Ammirati, la ragazza incinta di 35 anni morta nel giugno del 2012 a seguito di un'amniocentesi. E' la decisione del giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha disposto il rinvio a giudizio del ginecologo Nicola P. e della collega Anna T., in servizio presso l'ospedale civile di Caserta. Il ginecologo è accusato per aver eseguito l'amniocentesi, la collega per aver diagnosticato una colica addominale alla Ammirati. Per entrambi l'accusa è di omicidio colposo. Il caso della ragazza morta destò grande scalpore visto che Maria, prima di capire cosa le stesse accadendo, fu costretta a girare per diversi ospedali (da Marcianise a Caserta) prima che ci rendesse conto di cosa stesse accadendo. Troppo tardi, però, per evitarle la morte. In questi giorni Caserta è stata tappezzata di manifesti 6x3 fatti affiggere dalla madre di Maria che fin dal giorno della morte sta chiedendo giustizia per la dipartita prematura della sua giovane figlia.
caserta maria ammirati morta processo processo medici
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.