Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Raid punitivo a colpi di pistola, indagato il custode di Pineta Prisconte

02 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Da anonimo custode della Pineta Prisconte a indagato numero uno per un omicidio ed un tentato omicidio. E' la rapida 'scalation' giudiziaria di Claudio Piscitello, custode della Pineta Prisconte, attualmente in carcere da un mese per l'omicidio dell'imprenditore di Marcianise Paolo Moretta, imprenditore del settore nautico (con interessi a Castelvolturno), ucciso con un colpo di pistola nella sua automobile il 22 giugno scorso. Ma Piscitello, adesso, risulta indagato, insieme ad altre tre persone, di cui due minorenni, anche per un raid punitivo a colpi di pistola ai danni di un cittadino bulgaro. L'agguato, secondo gli inquirenti che lo hanno iscritto nel registro degli indagati, sarebbe stato 'deciso' per punire l'uomo che aveva un conto in sospeso col titolare di un club nautico sull'Agnena.
Cronaca Mondragone Mondragone Gioia Sannitica Gioia Sannitica Letino
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.