Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Due rapine ai danni di un commerciante, 22 anni di carcere per sei imputati

|

25 / 03 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sei condanne per un totale di 22 anni e mezzo di carcere. E’ questa la sentenza emessa dalla Corte di Appello di Napoli per sei persone accusate a vario titolo di rapina, resistenza e ricettazione. I giudici napoletani hanno condannato Riccardo Cerchia di Caivano a 4 anni; Antonio D’Angelo di Orta di Atella a 3 anni; Mauro Arignano di Casoria a 2 anni e 10 mesi; Alessio De Rosa di Caivano a 2 anni e 10 mesi; Raffaele Lionelli di Caivano a 3 anni e 10 mesi; Tommaso Russo di Casoria a 5 anni. I sei sono accusati di due rapine, ai danni di un grossista di carni, con sede a Capodrise, avvenute a dicembre 2013 ed a gennaio 2014. I rapinatori sono riusciti, nelle due distinte occasioni, ad asportare la somma contante di circa 30mila euro, nonché un furgone carico di merce, poi recuperato a Casoria, a seguito di un inseguimento effettuato da una pattuglia dei carabinieri. In questa circostanza, i rapinatori, durante la rocambolesca fuga, hanno imboccato una strada in contromano, finendo così per causare un sinistro stradale, che ha portato al ferimento di una giovane donna. Nel corso delle indagini, sono stati accertati altresì alcuni episodi di estorsione posti in essere dagli attuali arrestati con il metodo del c.d. “cavallo di ritorno” in danno di proprietari di veicoli, i quali, dopo averne subito il furto, si erano visti costretti a consegnare alcune centinaia di euro per ottenere la restituzione della loro autovettura.

capodrise rapine antonio dangelo commerciante carni condanne
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.