Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Rapinatore ucciso, carabiniere indagato: due le ipotesi sul tavolo del pm

25 / 07 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


C'e' attesa per l'autopsia sul cadavere di Santo Bevilacqua, il rapinatore 43enne di Marcianise ucciso da un colpo partito accidentalmente dalla pistola di ordinanza di un carabiniere che era intervenuto nel tabacchi in via Trieste a Casagiove dove il ladro stava mettendo a segno un colpo insieme ad un complice albanese. Domani si dovrebbe svolgere l'esame autoptico che dovra' chiarire i motivi del decesso dell'uomo, che, dopo essere stato attinto dal colpo di pistola, e' stato anche operato all'ospedale civile. Intanto il carabiniere della compagnia di Caserta sara' iscritto nel registro degli indagati da parte del pm Giordano, anche se non e' chiaro con qualche accusa. Due le ipotesi sul tavolo: eccesso di legittima difesa oppure omicidio colposo. Molto dipendera' dall'ipotesi accidentale: se verra' accolta l'ipotesi 'casuale' allora si andra' avanti sull'ipotesi di eccesso di legittima difesa.  
Caserta Cronaca Casagiove Castel Volturno Castel Volturno Gricignano d`Aversa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.