Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Revocato il contratto di riscossione ordinaria e coattiva alla Iap

22 / 12 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il 20 dicembre, con determina numero 20, il responsabile del settore ragioneria e finanze del comune di San Felice a Cancello ha disposto la risoluzione per inadempimento del contratto per il servizio di accertamento e riscossione ordinaria e coattiva delle entrate tributare ed extra tributarie stipulato con la società I.A.P. s.r.l. Il Comune, inoltre, procederà con una azione legale nei confronti della società I.A.P. s.r.l. nella speranza di recuperare i crediti vantati e di farsi risarcire per il danno erariale subito a causa delle sue inadempienze. Il servizio era stato affidato alla società I.A.P. s.r.l. con un contratto stipulato in data 27/12/2006 con scadenza 31/12/2015 e successivamente prorogato con data indefinita fino all’espletamento della nuova gara che dovrebbe essersi ultimata il 14/12/2016. Al momento non è ancora dato sapere come si svolgerà il servizio nell’attesa di conoscere l’esito della gara e il nome della nuova società affidataria. Ricordiamo che l’Associazione San Felice a Cancello in MoVimento ha più volte denunciato pubblicamente le inadempienze e i disservizi della società di riscossione ed ha anche chiesto che tale servizio venisse internalizzato; in ogni caso, “se le amministrazioni che si sono susseguite dal 2007 ad oggi fossero intervenute per tempo oggi, probabilmente, non ci saremmo ritrovati in questa situazione di dissesto finanziario. Ci auguriamo -continua la nota dell’associazione - che la Magistratura, che sta ancora indagando sulle presunte attività illecite della precedente amministrazione, punti la propria lente anche sulla riscossione dei tributi: non vorremmo che anche in questo settore si sia annidato il malaffare”.

san felice a cancello revoca contratto riscossione tasse iap
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.