Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Riccardo Ventre passa in Alternativa Popolare e si gioca le ultime chance per il Parlamento

23 / 05 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Riccardo Ventre ha deciso di giocarsi il tutto per tutto della sua carriera politica, tenendo vivo l’ultimo sogno: quello di arrivare in Parlamento. E’ anche su queste basi che è nata la decisione di aderire ad Alternativa Popolare, il partito del ministro degli Esteri Angelino Alfano, che sta cercando di ricostruire sui territori delle squadre che possano permettere di raggiungere il famigerato 5% di sbarramento che il Pd vorrebbe inserire nella nuova legge elettorale per far fuori i partitini. A Caserta il gruppo di Alfano è stato praticamente raso al suolo dalle inchieste giudiziarie che hanno colpito prima Paolo Romano e poi l’ex sindaco di San Felice a Cancello Pasquale De Lucia, oltre a dover far fronte alla dipartita del sindaco di Aversa Giuseppe Sagliocco. Ed è in questa situazione che si va ad inserire l’ex presidente della Provincia e candidato a sindaco Riccardo Ventre. Il quale, da tempo, sogna di chiudere la propria carriera politica tra i banchi del Parlamento ed Alternativa popolare potrebbe garantirgli la candidatura. A dare l’annuncio del suo arrivo nel partito è stato il coordinatore regionale Gioacchino Alfano. "Benvenuto a Riccardo Ventre in Alternativa Popolare, la vera casa dei moderati e dei liberali. La sua adesione dimostra che il nostro progetto continua a radicarsi sul territorio e rappresenta una vera novità ed un'alternativa politica credibile agli estremismi e alle ideologie". “Un altro esponente del vecchio centrodestra abbandona un partito ormai lontano dal suo progetto iniziale che, invece, noi abbiamo ereditato e stiamo portando avanti", sottolinea Alfano.

caserta riccardo ventre alternativa popolare adesione candidatura parlamento
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.