Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

BUFERA ASI | Notificato il ricorso sull' elezione del CDA presentato da Magliocca: richiesta la sospensione. LEGGI IL RICORSO

13 / 03 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il blitz del 4 marzo per il rinnovo del nuovo CDA del Consorzio ASI, non è andato giù al sindaco di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, il quale ha presentato il ricorso al TAR impugnando la nomina del nuovo consiglio. La tesi sostenuta, sta nel fatto che il consigliere comunale Rosa Pettrone, delegata all'assemblea per il Comune, fosse stata convocata, come da OdG, per sostituire due componenti e non l' intero CDA.

La stessa Pettrone essendo stata assente all'assemblea, e non conoscendo il nuovo Ordine del giorno, non ha potuto esercitare le proprie prerogative per la candidatura. Seconda tale tesi, rimarrebbe, quindi, in carica solo l' ex sindaco di Teverola, Dario Di Matteo, essendosi, Pignetti e Tamburrino, dimessi nel corso dell' assemblea. Il Comune ha chiesto la nomina di un commissario.

LA DOMANDA DI SOSPENSIONE - "Danno grave ed irreparabile, è di tutta evidenza il grave pregiudizio che i ricorrenti vanno a subire. Si tratta di evitare le dannose ed irreversibili conseguenze derivanti dall'adozione da parte del Comitato Esecutivo del Consorzio di atti e provvedimenti illegittim perché adottati da organi illegittimamente costituiti. Si pensi al rilascio di concessioni, all'adozione di atti epropriativi e d assegnazione di suoli, alla nomina dei Dirigenti del Consorzio ed a tutta una serie di provvedimenti che, nell'auspicata ipotesi di accoglimento del ricorso."

LEGGI IL RICORSO

 

 

IL BLITZ - Asse Graziano-Zannini: assopigliattutto del CDA del Consorzio ASI. Questa mattina si è tenuta l'assemblea dei delegati, che dopo aver accolto le dimissioni della presidente Raffaella Pignetti e del componente Nicola Tamburrino, ha provveduto ad eleggere nuovamente i membri del comitato.

Pignetti e Tamburrino sono stati riconfermati e con loro sono stati eletti Alessandro Rizzieri di Mondragone, riferimento del consigliere regionale Giovanni Zannini, e Gianni Comunale, consigliere comunale del Pd di Caserta.

Il Blitz c'è stato, utilizzando la 'distrazione di massa' con la concomitanza delle Primarie del Partito Democratico. Il voto è arrivato questa mattina, con 13 delegati presenti alla convocazione. Così si mette fine alla difficile situazione che si era venuta a creare per le dimissioni di Salvatore Davidde e Fulvio Granata.

Confermato il quinto membro Dario Di Matteo, ex sindaco di Teverola, che è di nomina regionale, che dovrebbe essere sostituito nelle prossime ore da Francesco Fabozzi, in quota del consigliere regionale Luigi Bosco

consorzi asi raffaela pignetti ricorso tar
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.