Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Rifiuti, cancellato il cda dell`Ambito Sud. Ci sarà solo un manager per 9 Comuni: scelto il giudice Pacelli

29 / 11 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ durata due mesi l’esperienza di Antonio Farinaro, esponente dell’Udc di Aversa, alla presidente del consiglio di amministrazione dell’Ambito Sud dei rifiuti. A settembre, infatti, l’ex presidente del cosiglio comunale di Aversa (amministrazione Ciaramella) era stato indicato quale presidente del consiglio di amministrazione insieme con Maria Rita Nuzzolo (segretaria comunale di Teverola) e Giovanna Olivadese (segretaria comunale di Casaluce). Farinaro, però, non poteva, per motivi personali, ricoprire la carica e così si è deciso di apportare una modifica statutaria con l’eliminazione del consiglio d’amministrazione, e la contestuale nomina del nuovo amministratore unico della società “Ambito Sud srl: il giudice in quiescenza Alberto Pacelli, ex Presidente di Corte d’Assise presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. I soci della società sono i Comuni di Carinaro, Casaluce, Cesa, Portico di Caserta, San Marcellino, San Prisco, San Tammaro, Teverola e Villa Literno, nonché la Gisec Spa, società interamente partecipata dalla Provincia di Caserta che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti e che detiene la quota del 20 per cento del capitale dell’Ambito Sud (la restante parte è suddivisa tra i vari Comuni, in base al numero di abitanti). “La scelta del giudice Pacelli – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – rappresenta un’assoluta garanzia di trasparenza e di buon funzionamento della struttura. Si tratta di una figura di grande prestigio e integrità e che assicura una gestione corretta in un settore molto delicato. Crediamo molto nell’Ambito Sud e sono certo che tanti altri Comuni seguiranno la strada che abbiamo tracciato con l’istituzione di questo organismo”.
Caserta Politica rifiuti gisec gisec ambito sud
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.