Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Rifiuti non raccolti a San Felice, opposizione sul piede di guerra contro la giunta De Lucia

24 / 06 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


San Felice a Cancello. Ancora rifiuti per strada a San Felice a Cancello. Ieri, lunedì 23 giugno, l’umido non è stato raccolto, nuovi accumuli di materiale organico sotto le case, nelle piazze e negli ambienti verdi, ancora odori nauseabondi date le elevate temperature di questi giorni. Non è il primo lunedì che si verifica tale circostanza, tant’è che nei mesi scorsi sono stati più i giorni che non sono stati raccolti i rifiuti che quelli durante i quali la raccolta è avvenuta regolarmente. “Nonostante il sindaco Pasquale De Lucia continui a nascondere il suo fallimento sulla questione affermando, come anche nell’ultimo consiglio comunale – accusano dall’opposizione - che è tutto sotto controllo, l’intero Paese e tutti i cittadini purtroppo vivono una situazione di forte disagio. Non sono bastati i 2 euro in più a metro quadrato della Tarsu su tutte le tipologie di infrastrutture, non sono bastati i quasi  5 euro a metro quadrato sulle civili abitazioni, varate dall’attuale amministrazione De Lucia, ad arginare il problema, a garantire stipendi ai lavoratori ed un servizio degno del prezzo pagato; non è bastata la privatizzazione del Servizio, dopo il fallimento del Cub, alla ditta Tekra Srl scelta direttamente dall’amministrazione De Lucia con ordinanze sindacali n.41 e 61 del 2013. Nonostante gli aumenti, 3.580,01 euro oltre iva per il 2013, ed il cambio di gestione, tutto è peggiorato e non mostra segni di miglioramento. Non è bastato nemmeno lo sciopero indetto il 3 e 4 giugno dai dipendenti della Tekra Srl, i quali hanno lasciato i rifiuti per strada dopo un lungo periodo di raccolta a singhiozzo, poichè hanno in arretrato tre mensilità, mentre la ditta in questione vanta dal Comune ben 5 retribuzioni, solo oggi ha ricevuto la spettanza di Gennaio 2014 con determina n.35. Era parso, infatti, che per tali inadempienze la ditta con sede legale ad Angri volesse rinunciare al servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti solidi urbani ed ecco che tra gli uffici del Comune, il Responsabile del Settore Antonio Basilicata fa un po’ di capricci con l’affidamento del servizio. Prima con determinazione  N. 31 del 21.05.2014, data la nota della società Tekra s.r.l. n.4811 del 9.05.2014, con la quale la suddetta società comunicava la propria indisponibilità a proseguire il servizio a partire dal 01.01.2014 agli stessi prezzi, patti e condizioni, il Responsabile Basilicata affidava il servizio alla Società Ecologia Falzarano s.r.l. con sede ad  Airola, con un incremento di spesa mensile di  1.100 euro oltre iva, poi, dopo pochi giorni, con determinazione  N. 32 del 26.05.2014 annulla la determina n. 31 perché si accorge che la società Tekra s.r.l. in effetti aveva comunicato di voler continuare il servizio. Al Comune ultimamente c’è tanta confusione sia tra gli amministratori, che si dilettano a deliberare per poi revocare, sia tra i dirigenti che prima mettono pareri favorevoli ad atti e poi scoprono le illegittimità e che prima affidano servizi e poi si accorgono di sbagliare le procedure. Oramai  la mania dei dilettanti allo sbaraglio ha colpito veramente tutti. Purtroppo a pagarne sono solo i cittadini, i quali subiscono aumenti indiscriminati e disservizi continui - osservano dall’opposizione - tale affidamento “ballerino” è stato segnalato dall’opposizione agli organi preposti al controllo e alla legalità amministrativa. “In una situazione di blocco inspiegato della gara per l’affidamento del servizio integrato di igiene urbana di un importo così imponente (2.350.000 euro annui per 7 anni), ulteriori affidamenti diretti da parte degli uffici, si potrebbero configurare come una sorta di azione tesa a favorire una determinata Società a discapito di altre, piuttosto che il bene cittadino. E intanto il Paese e i cittadini pagano le conseguenze sopportando un disservizio così marcato  a fronte di aliquote portate alle stelle per un servizio di raccolta deficitario da tutti i punti di vista”.
san felice a cancello rifiuti raccolta opposizione opposizione giunta
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.