Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Riforma del Senato, D’Anna alza le barricate: ‘Legge liberticida che prevarica i diritti dei cittadini’

21 / 07 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Cambiamento non è sinonimo di miglioramento e chi dissente non è folle". Così il senatore Vincenzo D'Anna, vicepresidente del gruppo Grandi Autonomie e Libertà, prendendo la parola nell'Aula di Palazzo Madama sul ddl Riforme e annunciando interventi su gran parte degli emendamenti per "sbarrare la strada ad una riforma liberticida". "Il ministro Boschi - ha detto D'Anna - con qualche sussiego ha ribadito che il governo Renzi è impegnato sul fronte del cambiamento costituzionale dando per scontato che il cambiamento che il governo ci propone in materia sia sinonimo di miglioramento. Un sussiego che ha spinto il ministro a distribuire la patente di folle a chiunque dissenta sull'opportunità di approvare la riforma Renzi. Un liberale è al tempo stesso conservatore quando si tratta di conservare la libertà minacciata, ed è questo il caso di un progetto di riforma che priva gli italiani del diritto e della libertà di poter scegliere i propri parlamentari, e radicale ogni qual volta si devono conquistare ulteriori spazi di libertà per il cittadino. Se folle significa richiamarsi a Tommaso Moro e John Locke, padri del liberalismo e del diritto dei cittadini che è antecedente allo Stato stesso, ebbene saremo tanto folli da utilizzare il regolamento del Senato per sbarrare la strada ad una riforma liberticida".
caserta senato enzo d`anna riforma riforma governo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.