Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

FINITA L'ERA CORSALE | I Consiglieri hanno firmato le dimissioni dal notaio: si voterà in primavera

31 / 01 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


AGGIORNAMENTO ORE 19:30: I consiglieri di opposizione Danilo D’Angelo, Fernando Illiani, Rosa Russo, Marianna Barattini, Loredana De Lellis, Concetta Petrillo, Domenico Ianniello, insieme ai due dissidenti dell’ultimo ora Giovanni Russo e Francesco Ferraro, si sono recati stasera alle 19.30 dal notaio per ufficializzare le loro dimissioni. L’amministrazione Corsale va a casa e a Casagiove si tornerà di nuovo alle urne in primavera.

Da adesso inizia la campagna elettorale. Danilo D’Angelo sarà uno dei papabili candidati a sindaco, in dubbio, invece, lo stesso ex sindaco, visto le inimicizie che è riuscito a crearsi durante il suo mandato, con la conseguenti dimissioni di questa sera. Voci insistenti parlano di un ritorno in campo di Peppe Vozza spinto dalla sinistra casagiovese, mentre Enzo Melone che in un primo momento sembrava pronto a candidarsi, avrebbe già fatto un passo indietro.

 

IL PRIMO LANCIO: E' finita l'era di Roberto Corsale a Casagiove. E’ fissato per la tarda serata di oggi l’appuntamento dal notaio per firmare le dimissioni per far in modo che si possa votare nella prossima primavera.

A firmare la sfiducia saranno i due ex consiglieri di maggioranza Giovanni Russo e Francesco Ferraro che hanno comunicato la loro decisione di staccare la spina già nei giorni scorsi con il ritiro dell’assessore Mariella Sapone e i sette consiglieri di Casagiove nel cuore.

In mattinata si è dimesso sia da assessore che da consigliere anche Mario Melone che contesta, però, la decisione di ricorrere al notaio: "Io sottoscritto, dott. Mario Melone, consigliere comunale ed assessore del Comune di Casagiove, con la presente missiva intendo comunicare le mie dimissioni dalla carica di consigliere comunale nonché di assessore comunale. Le motivazioni ,che mi hanno spinto a questa decisione, sono, la crisi politica amministrativa di questi giorni e le eventuali dimissioni di alcuni consiglieri comunali dal notaio già annunciate dalla stampa.
Sono stato sempre convinto che in una democrazia compiuta l’unico modo democratico e libero di sfiduciare un sindaco, dovrebbe essere quello della votazione palese, dopo un dibattito con interventi e dichiarazioni di voto in un consiglio comunale.
Questa ambigua modalità rappresenta una vera ferita al sistema democratico e che il legislatore dovrebbe ripensare a modificarla.
Comunque sono orgoglioso di aver dato ancora una volta il mio contributo alla città di Casagiove".

roberto corsale dimissioni consiglieri casagiove
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.