Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sabotato l`impianto idrico, Castel Morrone resta senz`acqua: indagano i carabinieri

27 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ stata sabotata la condotta idrica di Castel Morrone, questa è la sconvolgente notizia che arriva dal piccolo borgo tifatino, ad annunciarlo è direttamente una nota stampa dell’Ente Municipale di Piazza Bronzetti che riporta, altresì, gli avvenimenti di queste ultime giornate che hanno portato alla scoperta del sabotaggio. Infatti, negli ultimi tre giorni la condotta idrica era entrata in sofferenza e dopo un accurato controllo da parte degli addetti del Consorzio Idrico “Terra di Lavoro” veniva trovato il quadro elettrico dei due motori di sollevamento, in località “Ciummiento”, completamente bruciato, cosa questa che aveva mandato in tilt l’intero approvvigionamento d’acqua del paese. Quadro elettrico che, riparato dalla squadra manutentiva del Consorzio, permetteva  sì  alle due idrovore di  ripartire ma non sortiva l’effetto sperato, in quanto la pressione idrica risultava essere sempre carente, cosa questa che insospettiva gli addetti del Consorzio Idrico che monitorando attentamente il flusso d’acqua proveniente dalla galleria dell’acquedotto campano del Torano riscontravano una chiave d’arresto, posta tra la stessa galleria ed i motori di sollevamento, completamente chiusa, causa questa sia della carenza idrica che del black out al quadro elettrico. Rinvenimento di cui ne veniva subito portato a conoscenza il primo cittadino Pietro Riello, il quale senza indugio si recava subito al Comando Stazione dei Carabinieri per sporgere una regolare denuncia contro ignoti per interruzione di pubblico servizio
Cronaca Castel Morrone scuole chiuse paura paura Cesa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.