Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

SAN FELICE GATE | E' arrivato il verdetto. Pasquale De Lucia in lacrime. ECCO LA SENTENZA

17 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Arriva il verdetto del giudice Carotenuto sul processo di primo grado entrato nel vivo all'inizio dello scorso autunno e conclusosi a tempo di record. Tantissime le udienze a cadenza settimanale, ascoltati centinaia di testimoni. Il blitz scattò il 30 settembre 2016, le indagini curate dal pm Gerardina Cozzolino. Tra i grandi accusatori Antonio Scialdone. In lacrime Pasquale De Lucia per la pena pesantissima.

- De Lucia Pasquale responsabile dei reati ascritti ai capi v), w), del reato di cui all'art. 319 c.p., così qualificate le imputazioni dei capi x), z) e dd), nonché dei reati ascritti ai capi hh), ii), jj), kk) qualificato a norma dell'art. 56 e 319 quater c.p., ll) qualificato a norma dell'art. 322 co. 4 c.p., ss), tt), uu),
- Di Giunta Rita Emilia Nadia responsabile del reato, ascritto al capo w),
- De Lucia Andrea responsabile dei reati di cui all'art. 321 c.p., così qualificate le imputazioni dei capi x), z) e dd), nonché dei reati ascritti ai capi ff), oo), qualificato a nonna dell'art 353 bis c.p,
- Chersoni Antonio responsabile dei reati ascritti ai capi m), n), limitatamente alla realizzazione dell'impianto dí autolavaggio, o), r), qualificato a norma dell'art. 481 c.p.;

- Chersoni Carlo responsabile dei reati ascritti ai capi m). n), limitatamente alla realizzazione dell'impianto di autolavaggio, o), r), qualificato a norma dell'art. 481 c.p.;

- Russo Annamaria responsabile del reato ascrittole al capo t);

- De Rosa Giuseppe responsabile del reato ascrittogli al capo O;

- Papa Nicola responsabile dei reati dei capi ff),

- Papa Vincenzo responsabile del reato ascritto al capo oo), qualificato a norma dell'art. 353 bis c.p.

- Perrotta Giuseppe responsabile dei reati ascrittigli ai capi hh), ii)

- Schiavone Antonio responsabile dei reati ascritti ai capi tt) e uu)

- Schiavone Salvatore responsabile dei reati ascritti ai capi ss), tt) e uu),

- De Marco Antonio responsabile del reato ascritto al capo ss)

- Basilicata Antonio responsabile del reato ascritto al capo uu)

- De Simone Andrea, responsabile dei reati ascritti ai capi bb), dd), qualificato a norma dell'art. 328 c.p.
- Bergamo Michele responsabile dei reati ascritti ai capi bb), dd), qualificato a norma dell'art. 328 c.p,

- Fraiese Tommaso responsabile del reato ascrittogli al capo ff)

- De Luca Anna Maria Immacolata responsabile del reato ascrittole al capo ff)

 

E condanna, unificati i reati nel vincolo della continuazione:

  • De Lucia Pasquale alla pena di anni nove di reclusione;
  • Di Giunta Rita Emilia Nadia alla pena di mesi otto di reclusione ed euro 4.000,00 di multa;
  • De Lucia Andrea, esclusa la recidiva e concesse le circostanze attenuanti generiche, alla pena di anni quattro e mesi dieci di reclusione;
  • Chersoni Antonio, esclusa la recidiva, concesse le circostanze attenuanti generiche e ritenuta l'attenuante dell'art. 323 bis co. 2 c.p., alla pena di anni due dí reclusione;
  • Chersoni Carlo, concesse le circostanze attenuanti generiche, e ritenuta l'attenuante dell'art. 323 bis co. 2 c.p., alla pena di anni due di reclusione;
  • Russo Annamaria, concesse le circostanze attenuanti generiche, e ritenuta l'attenuante dell'art. 323 bis co. 2 c.p., alla pena dí anni uno e mesi dieci di reclusione;
  • De Rosa Giuseppe, concesse le circostanze attenuanti generiche, e ritenuta l'attenuante dell'art. 323 bis co. 2 c.p., alla pena di anni uno e mesi dieci di reclusione;
  • Papa Nicola alla pena di mesi otto di arresto ed euro 20.000,00 di ammenda;
  • Papa Vincenzo alla pena di anni uno di reclusione ed euro 600,00 di multa;
  • Perrotta Giuseppe, esclusa la recidiva e concesse le circostanze attenuanti generiche, alla pena di anni quattro e mesi uno di reclusione;
  • Schiavone Antonio alla pena di anni sei e mesi sei di reclusione;
  • Schiavone Salvatore alla pena di anni sei e mesi otto di reclusione;
  • Basilicata Antonio, concesse le circostanze attenuanti generiche, alla pena di mesi otto di reclusione ed euro 400,00 di multa;
  • De Simone Andrea alla pena di anni uno di reclusione;
  • Bergamo Michele alla pena di anni uno di reclusione;
  • Fraiese Tommaso alla pena di mesi sei di arresto ed euro 15.000,00 di ammenda;
  • De Luca Anna Maria Immacolata alla pena di mesi sei di arresto ed euro 15.000,00 di ammenda;
  • De Marco Antonino, concesse le circostanze attenuanti generiche, alla pena di mesi quattro di reclusione;

Condanna i predetti al pagamento delle spese processuali e De Lucia Pasquale, De Lucia Andrea, Basilicata Antonio al pagamento delle spese di custodia cautelare.

Visti gli artt. 28, 31 e 32 c.p.

Dichiara

De Lucia Andrea, Perrotta Giuseppe, Basilicata Antonio, De Simone Andrea e Bergamo Michele interdetti dai pubblici uffici per la durata di anni cinque.

Dichiara

De Lucia Pasquale, Schiavone Antonio e Schiavone Salvatore interdetti in perpetuo dai pubblici uffici e legalmente per la durata della pena.

Pena sospesa e non menzione per Chersoni Carlo, Russo Annamaria, De Rosa Giuseppe, Di Giunta Rita Emilia Nadia, De Simone Andrea, Bergamo Michele, Papa Nicola, Papa Vincenzo, Fraiese Tommaso, De Luca Anna Maria Immacolata, Basilicata Antonio, De Marco Antonio.


Visti gli artt. 240 e 322 ter c.p.


Ordina la confisca e demolizione della porzione d'immobile sita in San Felice a Cancello in catasto al foglio 2, particella n. 5361 sub 3 e il ripristino dell'immobile in conformità ai permessi di costruire n. 37/08 e n. 40/08, disponendo la restituzione agli aventi diritto della porzione d'immobile conforme ai predetti permessi di costruire.

Ordina la confisca dell'importo di euro 91.000,00 depositato sul libretto depositi giudiziari n. 47138, disponendo che la restante somma confluisca nel procedimento stralciato a carico di Perrotta Luigi Raffaele.

Ordina la restituzione agli aventi diritto del complesso immobiliare sito in San Felice a Cancello alla via Polvica frazione di Cancello Scalo, posto su terreno identificato al fg. 6, p.11a 5001 (di cui al verbale di sequestro del 9.3.2015), e la demolizione di tutte le opere difformi dal permesso di costruire n. 32/2011.

Ordina la restituzione all'avente diritto della piscina in sequestro.

Ordina la confisca delle somme di denaro ovvero di beni dell'importo corrispondenti a euro 3.500,00 che siano nella disponibilità di De Lucia Pasquale.


Visti gli artt. 538 ss. c.p.p.


Condanna De Lucia Pasquale al risarcimento del denaro in favore di Scialdone Antonio, che liquida in euro 3000,00 nonchè alla refusione delle spese di costituzione e rappresentanza che liquida in euro 2.000,00, oltre euro 3.000,00, nelle i.v.a. e c.p.a. come per legge e spese generali nella misura del 15%.

Condanna De Lucia Pasquale, De Lucia Andrea, Chersoni Antonio, Chersoni Carlo, Papa Nicola, Papa Vincenzo, Perrotta Giuseppe, Schiavone Antonio, Schiavone Salvatore, Basilicata Antonio, Russo Annamaria, De Rosa Giuseppe, De Simone Andrea, Bergamo Michele, Fraiese Tommaso, De Lucia Anna Maria Immacolata, e De Marco Antonio, in solido tra loro con mA riferimento ai reati in concorso, e ciascuno per i reati per cui hanno riportato condanna, in favore del Comune di San Felice a Cancello, la cui liquidazione riserva al competente giudice civile, oltre alla rifusione delle spese di costituzione e rappresentanza, che liquida in euro 2.000,00, oltre i.v.a. e c. .a. come per legge e spese generali nella misura del 15%.

Visto l'art. 531 c.p.p.

Dichiara non doversi procedere nei confronti di Chersoni Antonio e Chersoni Carlo in ordine al reato ascritto al capo n), limitatamente alla realizzazione della piscina perché estinto per prescrizione.


Visto l'art. 530 c.p.p.


Assolve:


- De Lucia Pasquale, Di Giunta Rita Emilia Nadia, Basilicata Antonio, Scarano Francesco, Fraiese Tommaso, Chersoni Antonio, De Lucia Andrea, Papa Vincenzo dal reato loro ascritto al capo a) perché il fatto non sussiste;
- Assolve De Lucia Pasquale dal reato ascrittogli al capo J), per non avere commesso il fatto limitatamente alla contestazione coinvolgente

- Auriemma Felice e perché il fatto non sussiste con riferimento alle condotte a lui contestate;

- Auriemma Francesco dai reati ascrittigli ai capi d), e), f), g), m), n), t) per non avere commesso il fatto;

- Papa Vincenzo e Chersoni Carlo dal reato loro ascritto al capo 1) perché il fatto non sussiste;

- Chersoni Antonio del reato ascrittogli al capo q) per non aver commesso il fatto

- Fraiese Tommaso e Scarano Francesco dei reati loro rispettivamente ascritti ai capi s) e u) perché il fatto non sussiste;

- Di Giunta Rita Emilia Nadia, De Lucia Andrea e De Lucia Pasquale dal reato loro ascritto al capo y) perché il fatto non sussiste;

- De Lucia Andrea, Papa Nicola e Papa Vincenzo dal reato loro asc al capo cc) per non avere commesso il fatto;

- Papa Vincenzo e Papa Nicola dal reato loro ascritto al capo dd) per non avere commesso il fatto;

- Fraiese Tommaso, De Luca Anna Maria Immacolata, Papa Nicola, Papa Vincenzo e De Lucia Andrea dal reato loro ascritto al capo ee) perché il fatto non sussiste;
- Papa Vincenzo dal reato ascrittogli al capo ff) per non avere commesso il fatto;
- De Lucia Pasquale e Perrotta Giuseppe dal reato loro ascritto al capo gg) per non avere commesso il fatto;

- De Lucia Pasquale dal reato ascrittogli capo jj) perché il fatto non sussiste;

- Scarano Francesco, De Lucia Pasquale, Frasca Angelo, dai reati ascritti ai capi nn) e rr) perché il fatto non sussiste e Scarano Francesco dal reato ascrittogli al capo ii) per non avere commesso il fatto;

- De Lucia Pasquale, Dragone Luigi, De Luca Vincenzo dei reati loro rispettivamente ai capi mm) perché il fatto non costituiscereato e oo) per non aver commesso il fatto;

- De Lucia Pasquale, Frasca Angelo e Bruno Giuseppe dal reato loro al capo pp) per non avere commesso il fatto;

- De Lucia Pasquale, Frasca Angelo e Scarano Francesco dai reati loro rispettivamente ascritti e nn) e rr) perché il fatto non sussiste;

- Basilicata Antonio del reato ascritto al capo tt) per non aver commesso il fatto;

- De Lucia Pasquale, Basilicata Antonio, Balsamo Massimo e Panariello Santo dai reati loro ascritti ai capi vv) e zz) perché il fatto non sussiste;

- De Lucia Pasquale, Di Giunta Rita Emilia Nadia, De Lucia e Fraiese Tommaso dal reato loro ascritto al capo aaaer nonAndrea avere commesso il fatto. 

Dichiara cessata l'efficacia della misura cautelare applicata nei confronti degli imputati limitatamente alle imputazioni per cui si pronuncia sentenza di assoluzione ovvero viene concesso il beneficio della sospensione condizionale della pena.

SAN FELICE GATE ARRESTI PASQUALE DE LUCIA
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.