Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

I lavori a San Leucio rischiano di costare 3 milioni in più al Comune

20 / 11 / 2016

|

Alessio De Felice

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un'altra impresa bussa al Comune di Caserta chiedendo un maxi risarcimento. Stavolta è il Consorzio Stabile Novus Spa, rappresentato dall'amministratore unico Maria De Fenza, che ha curato per l'Ente i lavori di sistemazione delle aree a verde ed adeguamento delle infrastrutture del borgo di San Leucio. Il Consorzio (quale capogruppo mandatario delle imprese Cgt Costruzioni e Gestione del territorio Srl, Lavori Generali Srl) ha chiesto un risarcimento di circa 3 milioni di euro per l'aumento dei costi dell'opera dettato dalla ritardata esecuzione della stessa a causa delle sospensioni dei lavori decisi dal Comune di Caserta per la mancanza di liquidità per pagare i step degli avanzamenti del lavoro alla ditta. Per questo motivo la ditta ha presentato ricorso al Tar Campania col Comune che ha deciso di affidarsi all'avvocato Lidia Gallo per la propria difesa.

san leucio caserta lavori pubblici scalinata impresa novus spa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.