Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ex Gezoov, è in corso lo sgombero definitivo dell'azienda. Imperadore: "una realtà che tra qualche giorno ritornerà nelle mani dei legittimi proprietari, i sanpotitesi"

22 / 04 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Si avvia verso la soluzione definitiva la lunga vicenda giudiziaria legata alla ex Gezoov". A dichiararlo il sindaco di San Potito Sannitico Francesco Imperadore. "In questo momento – continua il primo cittadino – stanno caricando tutti gli animali che erano rimasti in azienda e finalmente il Comune di San Potito Sannitico si riappropria di un bene da anni rivendicato con non poche difficoltà. Questa Amministrazione, grazie al supporto legale dell'avvocato Antonio Santoro, non si è mai arresa e oggi, con la sistemazione definitiva degli animali, la comunità sanpotitese ritorna ad essere legittima proprietaria di un'azienda che si estende su 270.000 mq e che fu acquistata nel 2008 dal Comune dopo che la società San Simeone s.r.l., in liquidazione, l'aveva messa in vendita. Tale proprietà già nel 2008 era occupata "sine titulo" dalla ditta Altieri-Crispino, visto che il contratto di fitto stipulato con la società San Simeone s.r.l. risultava scaduto in data 3 settembre 1998. Era il 12 marzo 2015 quando il Comune di San Potito Sannitico, grazie alla tenacia dell'Amministrazione che mi onoro di rappresentare, si riappropriò definitivamente del bene, anche se all'interno vi erano degli animali in custodia. Animali tenuti in cura fino ad ora da questa Amministrazione in maniera scrupolosa. Oggi, 21 aprile 2016, continuano senza sosta le operazioni di trasferimento dei capi di bestiame. Tra qualche giorno si potrà cominciare a guardare al futuro e cioè ad un Polo Agroalimentare pensato per riportare questa realtà agli antichi splendori, non stravolgendo la vocazione agricola del luogo".

san potito sgombero ex goozov cittadinanza sindacao
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.