Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

San Tamarro, gli amici di Beppe Grillo fanno chiarezza sul significato di trasparenza

07 / 05 / 2016

|

Alessio De Felice

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si trasmette nota stampa integrale del gruppo: ‘Amici di Beppe Grillo di San Tammaro’: “La legge americana cd. Freedom of Information Act, dal 1966 consente ai Cittadini l’accesso ad ogni informazione in possesso dello Stato a patto che non violi la privacy e la sicurezza nazionale. In Italia a distanza quasi di cinquant’anni ossia solo nel 2013 è stata varata il d. lgs. nr. 33 “ Trasparenza nella pubblica amministrazione ” che avrebbe dovuto garantire ad ogni  Cittadino la possibilità di accedere agli atti della pubblica amministrazione, una riforma tanto attesa che prometteva una maggiore trasparenza delle amministrazioni, visto che l’Italia ha due record poco invidiabili: quella di essere campione assoluta in corruzione (vedi gli arresti continui) e quintultimi nella classifica dell’accesso alle informazioni di interesse pubblico tra ben 103 Paesi. Lo scopo primario di questo decreto legislativo è quello di rafforzare lo strumento della trasparenza, intesa come misura indispensabile per sostenere la prevenzione della corruzione e di incentivare la partecipazione e collaborazione tra la PA e Cittadini ed attivare nel contempo una nuova forma di controllo sociale, attraverso l’accesso civico, nel rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità dell'attività amministrativa sanciti dalla Carta Costituzionale (art. 97 Cost.). Ma a San Tammaro così non è. Infatti l’Amministrazione comunale, quasi come se si trovasse in una zona franca non tenuta al rispetto delle leggi dello Stato italiano, non applica e non rispetta le norme del previste dal d. lgs nr. 33/2013 e quando lo fa e se lo fa  è in una forma distorta, falsata, difforme e non consono alle norme vigenti. Da  un semplice controllo sul sito del Comune nella sezione “Amministrazione Trasparente” manca la pubblicazione di documenti importanti e fondamentali tra questi ne citiamo solo alcuni per pietà cristiana:

1)      Non è in alcun modo indicato il patrimonio immobiliare né i canoni di affitto e locazione;

2)      Non sono pubblicati gli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati.

E’ incomprensibile come un’Amministrazione possa governare e gestire in modo efficiente e trasparente una comunità, questo è dovuto molto probabilmente al sindaco, assessori, consiglieri comunali , ma anche a dirigenti e funzionari che non sanno e non conoscono o peggio ancora fingono di ignorare  la “ trasparenza amministrativa” che è il principale strumento di cui le Amministrazioni dispongono per consentire ai Cittadini di verificare il loro operato e l’effettivo rispetto dei principi di buon andamento ed imparzialità dell’Amministrazione, rendendo possibile il coinvolgimento e la partecipazione di chiunque sia interessato e consentendo a tutti i di esercitare il diritto di controllo sull’andamento e sulla gestione delle funzioni pubbliche. Contro le inadempienze dell’Amministrazione comunale , responsabile per non  avere  reso pubblico gli atti amministrativi e per avere disatteso gli obblighi di legge, sarà inoltrato un report agli organi preposti al controllo. Non si può parlare di trasparenza solo  durante la campagna elettorale per prendere in giro i Cittadini”.

san tammaro amministrazione comunale amici beppe grillo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.