Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Camorra in Comune, De Cristofaro chiede il rinvio del voto

02 / 05 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


«Assume rilievi davvero inquietanti quanto emerge dall'operazione condotta dalla Dda di Napoli, che ha portato all'arresto di 9 persone, accusate a vario titolo di associazione camorristica e che avrebbero favorito l'aggiudicazione degli appalti a ditte collegate al clan dei Casalesi. Ancora più allarmante è il fatto che in questa operazione siano stati arrestati anche l'ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere e un funzionario comunale». Lo afferma il senatore di Sinistra Italiana-SEL, Peppe de Cristofaro, componente della Commissione parlamentare Antimafia. «Alla luce di quanto accaduto in queste ore - prosegue - chiedo formalmente che venga istituita una commissione di accesso e che vengano rinviate le prossime elezioni comunali, al fine di accertare se nel Comune di Santa Maria Capua Vetere ci sia stato o meno un condizionamento di tipo mafioso. Come forza politica chiediamo al prefetto di prolungare il commissariamento, fino a quando non sia stata fatta chiarezza su se e quanto la macchina amministrativa sammaritana sia stata infiltrata da organizzazioni camorristiche. Se così fosse - conclude De Cristofaro - ci troveremmo di fronte a qualcosa che deve interrogare tutti, non solo i cittadini campani e che rischia di sferrare un altro colpo devastante alla politica e alla sua credibilità».

santa maria capua vetere camorra comune senatore de cristofaro voto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.