Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Da Santa Maria CV a Caserta per la Pasquetta: l'odissea di una ventina di ragazzi coi trasporti pubblici

18 / 04 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Pasquetta da ricordare per una ventina di giovanissimi di Santa Maria Capua Vetere che hanno deciso di trascorrere la giornata a Caserta.  Niente di particolarmente grave ma forti disagi per la quasi completa mancanza di mezzi pubblici. Decisi di andare alla Reggia con il pullman di buon mattino hanno atteso inutilmente alla fermata per quasi un ‘ora quando alcuni genitori li hanno accompagnati nei pressi dei campetti fornendoli degli orari dei treni per il ritorno. Dopo aver trascorso quasi l’intera giornata all’esterno della Reggia, sul prato,  nel pomeriggio inoltrato sono riusciti ad entrare nel Palazzo Reale. Verso le 17,30 hanno deciso di rientrare cercando, invano, per una mezz’ora un bus per rientrare nella Città del Foro. A quel punto si sono recati alla biglietteria della stazione ferroviaria e gli operatori li hanno rassicurati sulla partenza di almeno un paio di treni per Santa Maria di là a pochi minuti. I venti giovanissimi gitanti hanno acquistato il biglietto, lo hanno obliterato e chiamato i genitori per farsi riprendere alla stazione sammaritana dopo qualche minuto.  Ma non era vero nulla. Nessun treno sarebbe fermato a Santa Maria se non, forse, dopo qualche ora  come accertato dai genitori in attesa alla stazione d’arrivo e comunicato telefonicamente ai propri figli.  A quel punto cosa fare? I venti giovanissimi sono tornati a casa a bordo delle vetture di padri e madri criticando l’inefficienza del trasporto pubblico locale. E pensare che quasi tutti erano stati già in località del Centro Italia ed il paragone tra i trasporti pubblici di là e i nostri è stato obbligato. Secondo voi dove funzionano meglio? (Giovanni Della Corte)

santa maria capua vetere pasquetta odissesa trasporti pubblici caserta ragazzi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.