Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Mastroianni e Ragucci: " Il Pd non può intestarsi la paternità della fine dell'amministrazione di Di Muro"

01 / 12 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Che il giorno dopo la caduta del sindaco Di Muro, dovuta esclusivamente alle dimissioni dei 14 consiglieri comunali di opposizione, il PD vorrebbe intestarsi la paternità della fine della sindacatura appare al dir poco fuori luogo, se non addirittura risibile. Infatti, il PD costantemente per quattro anni e mezzo è stato fedele alleato del sindaco Di Muro condividendo tutte, ma proprio tutte, le sue inefficienze amministrative fino ad arrivare al riequilibrio di bilancio di venerdì scorso, nuovamente approvato grazie ai voti determinanti dei consiglieri del partito democratico”. In questo modo sono intervenuti dal centrodestra Salvatore Mastroianni e Ciro Ragucci (movimento civico “ora”) dopo aver appreso delle sorprendenti dichiarazioni degli esponenti del PD cittadino che tentano la difficile impresa di ricostituire una nuova ed improbabile verginità politica a dispetto dell’intero mandato elettorale iniziato nel 2011 al fianco di Biagio Di Muro e Dario Mattucci. “Pertanto ogni tentativo di smarcarsi dal plateale fallimento politico dell’uscente amministrazione guidata da StellatoMattucci - Di Muro sembra essere solo un maldestro tentativo per cercare di buttare fumo negli occhi ai cittadini sammaritani. Per il bene di Santa Maria c’è solo da augurarsi che la futura amministrazione che verrà alla luce dalle elezioni municipali della prossima primavera sia caratterizzata da linearità politica, capacità amministrativa ed esperienza nella gestione della cosa pubblica, tutte qualità  praticamente sconosciute all’amministrazione appena andata a casa”.

santa maria capua vetere salvatore mastroianni ciro ragucci biagio di muro partito democratico sfiducia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.