Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caserta paralizzata dallo sciopero generale dei migranti

01 / 03 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ un mercoledì molto difficile quello che sta vivendo la città di Caserta sul fronte del traffico. Il centro è paralizzato da stamattina a causa della manifestazione dei migranti organizzata dalla Cgil e da alcune associazioni per chiedere il riconoscimento dei propri diritti. La zona di via Roma verso il Monumento ai Caduti è di fatto presidiata da polizia e vigili urbani che stanno scortando il corteo. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di richiamare l’attenzione del Governo centrale e delle Istituzioni territoriali ad un’assunzione di responsabilità nei confronti di tutti i cittadini, che necessitano – oggi più che mai – di chiarezza, trasparenza, legalità e soprattutto di un progetto di sviluppo economico e sociale che sia inclusivo, in cui si riaffermi il valore di diritti universali, a partire dalla solidarietà, dalla lotta allo sfruttamento del lavoro, dal diritto a condizioni di vita dignitose per tutti. Al termine della manifestazione una delegazione incontrerà il Questore e di Prefetto per focalizzare sui temi portanti, ovvero per esprimere forte dissenso in merito agli interventi previsti dal Piano Minniti, sia intermini di politiche internazionali (accordo Italia – Libia, accordi per i rimpatri con i Paesi d’Origine) sia in termini di politiche nazionali e locali. In particolare per ribadire fermamente l’opposizione all’apertura di un Centro di Permanenza per il Rimpatrio (CPR) nella provincia di Caserta; esprimere la convinzione che il tema dello sfruttamento lavorativo e dei fenomeni di caporalato vadano affrontati a partire da un accordo territoriale concreto, in cui un reale monitoraggio degli interventi di controllo, e delle conseguenti denunce, si accompagni alla tutela della vittima.

caserta sciopero generale migranti paralizzata traffico prefettura
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.