Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Scoperti i `ladri di storia`: avevano fatto un bottino di 100mila euro

06 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Reperti archeologici di epoca romana sono stati ritrovati dai carabinieri a Castelvolturno, nel Casertano. I militari della compagnia di Mondragone hanno anche denunciato in stato di libertà un giovane di 27 anni per ricettazione e illecita detenzione di materiale di presumibile interesse archeologico. All'interno della cantina dell'indagato i militari hanno trovato un dolio in argilla grezza alto 65 centimetri e con un diametro di 30; un vaso di argilla grezza alto 13 centimetri e con il diametro di 11,5; una coppa biansata in bucchero, parzialmente lesionata alta circa 13 centimetri e 7 di diametro; un frammento di scultura in terracotta raffigurante il corpo di uccello alti circa 8 centimetri. Questo pezzo risulta molto raro e di alto valore. I reperti recuperati adesso dovranno essere studiati e sottoposti a valutazione ed essere esposti presso il museo archeologico di Sessa Aurunca (Caserta) a disposizione degli studiosi. Secondo quanto si è appreso i reperti avrebbero un valore di circa 100mila euro.
Cronaca Mondragone Castel Volturno Sessa Aurunca Sessa Aurunca Sarah Scazzi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.