Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sequestrata fabbrica abusiva di fuochi d’artificio: coinvolti 6 casertani

10 / 10 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nel pomeriggio di ieri i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Caserta hanno fatto irruzione in un fabbricato in apparente stato di abbandono adiacente ad opifici industriali, sito nelle campagne del Comune di Spigno Saturnia, paese della Provincia di Latina al confine con il territorio casertano.

Al momento dell’accesso le Fiamme Gialle hanno sorpreso 6 soggetti, tutti domiciliati nella provincia di Caserta (tra cui uno straniero già destinatario di un decreto di espulsione non eseguito), intenti alla fabbricazione e confezionamento di migliaia di potenti artifizi pirotecnici in assenza delle necessarie autorizzazioni e in dispregio alle più elementari forme di sicurezza.

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, le Fiamme Gialle casertane hanno intensificato le attività di controllo del territorio ed il monitoraggio di soggetti già gravati da precedenti specifici, con particolare riguardo al settore della fabbricazione illegale di fuochi d’artificio.

Una mirata attività di pedinamento che ha consentito ai Finanzieri di individuare il laboratorio, già “operativo”, dove due soggetti italiani di Vitulazio e Marcianise impiegavano tre cittadini rumeni e un cittadino marocchino quale forza lavoro per assemblare decine e decine di migliaia di artifizi da immettere poi sul mercato nero.

sequestro fuochi artificio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.