Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sequestro della Finanza, Santangelo si difende: "Solo un errore già sanato"

23 / 05 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Vincenzo Santangelo si difende dopo la diffusione delle notizie relative ad un sequestro alla Mec San di cui è amministratore. Il politico di Maddaloni, relativamente all’operazione della guardia di finanza, afferma: “I fatti di cronaca di queste ore nascono da un errore di alcuni uffici che, comunque, prontamente e correttamente, hanno provveduto a sanare tutto, senza alcun danno per l’azienda. Questi i fatti. La Mec San srl, per gli anni 2011/2012, come ogni azienda, è stata coinvolta e travolta dalla crisi e fra mille difficoltà ha continuato la sua attività, assolvendo tutti i suoi obblighi, sia nei confronti dei propri dipendenti, sia nei confronti degli obblighi fiscali. Prova ne è che oggi, 2017, la realtà industriale da essa “testimoniata” è un dato di fatto, dai sessanta agli ottanta tra dipendenti, consulenti e collaboratori esterni e saltuari, produzione specializzata e specialistica per aziende nazionali e non solo. In riferimento alla pratica per la quale sono state date le notizie giornalistiche, facendo apparire il gruppo Mec San come un evasore, è opportuno precisare che non si è mai trattato di “evasione”, ma soltanto di omissione di pagamenti correttamente dichiarati e denunciati dall’azienda per altro, già dal 2014/2015 l’azienda, avendo ottenuto la possibilità di rateizzare quanto dovuto, sta provvedendo regolarmente a pagare le sue rate stabilite. Pertanto, senza tema di smentita, si afferma che la Mec San srl e il suo amministratore: “Nulla hanno tolto o preso, nulla hanno evaso, nulla devono, se non continuare serenamente a lavorare per assicurare continuità aziendale, e pagare le rate come già stanno facendo”. 

maddaloni vincenzo santangelo mec san amministratore finanza sequestro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.