Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

SEQUESTRO AL LIDO | Opere abusive su demanio marittimo del noto stabilimeto sul litorale: denunciato il titolare

07 / 02 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un maxi sequestro della Guardia Costiera di Castel Volturno: oltre 600 metri quadrati di opere abusive in fase di realizzazione in località Pinetamare. 

Gli uomini della Capitaneria di Porto castellana, diretta dal comandante Massimiliano Riccio, durante ispezioni a tappeto del Litorale Domizio Flegreo coordinate dal capitano Cosimo Pichierri della Guardia Costiera di Pozzuoli, hanno individuato presso il noto stabilimento balneare SHATI diverse opere sul pubblico demanio marittimo non richiamate nel titolo demaniale concessorio

Oltre 600 metri quadrati di opere realizzate ed altre in itinere sui cui sono stati posti i sigilli: una pedana di 300 metri quadrati da impiegare come solarium, gazebi dislocati lungo tutto il perimetro della struttura balneare, area ristorazione (sale adibite a ristorante e pizzeria), una pedana edificata come prolungamento fino ad arrivare alla scogliera preesistente. 

Immediata la denuncia della titolare del lido U. M., 27 anni di Castel Volturno, alla Procura di Santa Maria Capua Vetere per occupazione abusiva di demanio e violazione delle normative a tutela dell'ambiente.

Sequestro lido Castel Volturno
sequestro lido castel volturno

Sequestro lido Castel Volturno
sequestro lido castel volturno.jpeg3

Sequestro lido Castel Volturno
sequestro lido castel volturno.jpeg6

Sequestro lido Castel Volturno
sequestro lido castel volturno.jpeg10

sequestro lido shati castel volturno
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.