Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Simula una rapina, indagato un veterinario di Cellole

12 / 12 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Indagato il veterinario di Cellole, Vito Branco. A carico del professionista le autorità inquirenti, nella fattispecie il pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Domenico Musto, titolare del fascicolo processuale, e gli operatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sessa Aurunca, organo tecnico di Polizia Giudiziaria incaricato delle indagini, hanno ritenuto sussistere sufficienti indizi di reità a suo carico in ordine al reato di simulazione di reato ex art. 367 c.p.. Il professionista il 14 novembre richiese l’intervento del 113 per una rapina perpetrata nella serata all’interno del suo studio professionale da due giovani che, sotto la minaccia di armi da taglio, si erano impossessati di materiale sanitario di poco valore, due telefonini cellulari di proprietà dello stesso professionista e, soprattutto, di una borsa da donna dimenticata da una cliente su di una sedia nel suo studio, risultata, all’esito della denuncia della donna, contenere la somma di circa 4.000 euro in contanti. Le indagini, condotte dagli investigatori del Commissariata di Sessa Aurunca con l’ausilio tecnico di personale del locale posto di Polizia Scientifica e condotte sempre in stretto raccordo con l'autorità giudiziaria competente, hanno però permesso di evidenziare una più che rilevante serie di discrasie e contraddizioni nella versione della vicenda così come fornita dal veterinario nella denuncia, tali da lasciare ragionevoli dubbi sulla effettiva sussistenza dell’evento delittuoso stesso. Pertanto, all’esito della conclusione delle indagini, il pubblico ministero Musto ha deciso di iscrivere il professionista cellolese nel registro degli indagati emettendo a suo carico rituale e formale avviso di garanzia. Nella mattinata di ieri nei locali del Commissariato di Polizia di Sessa Aurunca, ad opera di un ufficiale di P.G. specificatamente delegato dal Pubblico Ministero il professionista è stato quindi sottoposto ad interrogatorio di garanzia con l’assistenza del difensore di fiducia
simulazione di reato rapina cellole polizia polizia veterinario
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it