Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sorpresi in casa con la droga, due uomini di San Marcellino arrestati

16 / 07 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Gli agenti della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, hanno tratto in arresto Benito Di Santo, 50enne di San Marcellino, oltre a un giovane appena 17enne, anch’egli da San Marcellino, in quanto ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di hashish per un totale di 69 stecchette. L’abitazione dove i due sono stati sorpresi dagli agenti, che da tempo li tenevano sotto osservazione, è stata infatti sottoposta ad una accurata perquisizione nell’ambito dei servizi predisposti per arginare lo smercio delle sostanze stupefacenti nei paesi dell’agro aversano. Nel corso dell’operazione gli agenti rinvenivano all’interno di una scatola di scarpe 40 stecchette, alcune delle quali risultavano avvolte nella carte argentata, di sostanza solida di colore marrone, risultata essere come da successivo narco-test effettuato da personale della polizia scientifica hashish. Nella scatola di scarpe veniva rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico con una lama di circa 20 cm, utilizzato per il taglio delle stecchette di hashish. Inoltre, in un borsello di colore marrone, veniva rinvenuto e sequestrato un foglietto a quadretti strappato a metà, con appunti che facevano inequivocabile riferimento alla contabilità relativa alla vendita della droga. In altra stanza attigua veniva rinvenuta e sequestrata una busta di plastica nella quale risultavano occultate 29 stecchette di hashish. I due venivano pertanto dichiarati in arresto e condotti rispettivamente presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere e presso l’istituto penitenziario minorile dei Colli Aminei di Napoli.
spaccio droga san marcellino arresto arresto squadra mobile
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.