Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sospesi tutti gli appalti alla ditta Alba Paciello, provvedimento del gip di Nola. Ecco tutti i comuni dove si fermerà la raccolta

11 / 10 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I carabinieri della compagnia di Nola (Napoli) hanno notificato agli imprenditori Pietro Roviello, 51 anni, e Alba Paciello, 82, madre e figlio, proprietari della ditta di raccolta rifiuti Alba Paciello, un provvedimento cautelare emesso dal gip del tribunale di Nola che impone il divieto di esercitare attività imprenditoriale. L’azienda gestisce il servizio di raccolta rifiuti in diversi comuni del casertano e del napoletano. La notifica nasce da un’inchiesta della procura della Repubblica di Napoli a carico di Roviello e Paciello per reati di falso ideologico e turbata libertà degli incanti in concorso, in relazione ad una gara d’appalto per i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti nel comune di San Gennaro Vesuviano, nel maggio 2011. L’Alba Paciello effettua la raccolta nei comuni napoletani di Palma Campania, Caivano e Volla, e in quelli casertani di Teano, Vitulazio, Recale, San Cipriano d’Aversa, Grazzanise mentre a Marcianise fa parte di un’Ati (associazione temporanea d’imprese). L’azienda in passato aveva gestito il servizio di raccolta rifiuti anche a Caserta.
alpa paciello rifiuti pietro roviello inchiesta inchiesta appalti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.