Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Stop ai prelievi nella Terra dei Fuochi, l`ira di don Patriciello: `Ci prendono in giro`

04 / 06 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Niente più prelievi di terreni per verificare il livello di contaminazione. Ma che fanno, ci prendono in giro?". A chiederlo è don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano in prima linea nella lotta allo sversamento e ai roghi di rifiuti tossici nella cosiddetta Terra dei fuochi, tra le province di Napoli e Caserta. Patriciello commenta la notizia, riportata da alcuni quotidiani, della sospensione delle attività di prelievo per permettere invece la ricerca di rifiuti radioattivi (leggi qui). "Le due cose non potevano andare insieme? Perché vanno a cercarli solamente ora?", domanda il parroco. "Chiedono la collaborazione dei volontari - aggiunge - ma solo quando fa loro comodo. Poi, un giorno, veniamo a sapere dai giornali questa notizia. E i volontari? E i movimenti? Qui si muore, il vero dramma è questo, e questi signori perdono tempo preziosissimo. Vogliamo chiarezza e trasparenza. Chi ha sbagliato deve pagare. Vogliamo uno Stato amico. Vogliamo la verità sul dramma della nostra terra e della nostra gente".
terra dei fuochi caserta napoli stop ai prelievi stop ai prelievi dichiarazioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.