Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

SINDACO SFIDUCIATO | Il Tar respinge la richiesta di sospendere lo scioglimento: De Cristofaro resta a casa

21 / 02 / 2019

|

Antonio Bruno

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il primo round, davanti al Tar della Campania, se lo sono aggiudicati i 13 consiglieri comunali che hanno firmato le dimissioni, per effetto delle quali il prefetto di Caserta ha sciolto il consiglio e fatto decadere il sindaco e l’amministrazione comunale.

I giudici amministrativi della Prima Sezione, infatti, non hanno accolto la richiesta di sospensiva avanzata dall’ex sindaco e dai consiglieri che hanno sottoscritto il ricorso che avrebbe permesso di congelare lo scioglimento ed evitare quindi immediatamente il ritorno alle urne previsto per maggio. Nell'udienza di questa mattina si è costituito, così come aveva annunciato, anche l'ex consigliere comunale del Pd Alfonso Golia.

La delega attribuita al consigliere comunale Paolo Santulli, affinchè fosse lui a presentare alla segreteria generale del comune le 13 firme apposte nello studio del notaio, pare che si trovasse nel corpo del documento principale e non rappresentasse un atto a parte, separato da quello delle firme.

La prefettura di Caserta ha motivato la sua decisione affermando che la manifestazione di volontà nel rassegnare le dimissioni è evidente. 

Ora si dovrà entrare nel merito della questione, ma i tempi si allungheranno inesorabilmente. La prossima udienza è fissata al 6 marzo.

 

elezioni comunali aversa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.