Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TERRA DEI FUOCHI | La Corte di Strasburgo processa l'Italia: "Rischio ignorato"

05 / 03 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Avviato il processo contro il Governo italiano per la situazione nella cosiddetta “Terra dei fuochi". La Corte di Strasburgo ha accolto in via preliminare i ricorsi ricevuti da cittadini e associazioni che denunciano la violazione dei loro diritti alla vita e al rispetto della vita famigliare, sanciti dalla convenzione europea dei diritti umani.

I ricorrenti sostengono che lo Stato non abbia preso misure per ridurre il pericolo, nonostante fosse consapevole del rischio reale e immediato. Dopo aver analizzato i ricorsi arrivati a Strasburgo tra l'aprile del 2014 e lo stesso mese dell'anno seguente, la Corte ha deciso di dare il via al contraddittorio tra le parti, ritenendo almeno per ora ammissibile quanto in essi sostenuto.

Ha quindi comunicato al governo le violazioni che oltre 30 persone e 5 associazioni dicono di aver subito. Adesso la palla passa al governo che dovrà provare di aver fatto tutto il possibile per proteggere i cittadini.

L'avvio del procedimento a Strasburgo è «una buona notizia» secondo don Maurizio Patriciello, il parroco in campo da anni per difendere i diritti dei residenti nella Terra dei fuochi. Dalla presentazione dei ricorsi sono passati quattro-cinque anni: «Abbiamo visto fare passi avanti - sottolinea - ma l'emergenza non è affatto risolta. In Campania si producono ogni giorno 5 mila tonnellate di rifiuti urbani, più altre 1.000 provenienti da imprese che lavorano a nero, rifiuti che non si possono bruciare nei termovalorizzatori. Se non si risolve questo problema, non si spegneranno i roghi».

Per il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, la decisione della Corte «dà maggior forza» alle azioni che il Governo sta mettendo in campo: «Il patto d'azione Terra dei fuochi, la norma del decreto di sicurezza che individua i percorsi di tutela da incendi delle piattaforme di rifiuti e la legge Terra mia», che prevederà sanzioni più stringenti e disposizioni per la bonifica dei siti inquinati.

terra dei fuochi processo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.