Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TERREMOTO A CASERTA. La fattura da 800mila euro alla società di Grillo fa scoppiare il caso. Grillo: "Polverino non si è voluto più prendere i soldi"

07 / 11 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dal controllo dell'utenza di Angelo Grillo, imprenditore e proprietario di fatto della New Splash, l'indagine che ha creato un vero e proprio terremoto nel mondo della politica e della sanità casertana. Grillo, da qualche anno, era attenzionato dagli inquirenti, dopo che il suo nome era stato fatto, in successione, da diversi collaboratori di giustizia del clan Belforte, da Michele Froncillo a Bruno Buttone, che lo indicavano quale braccio imprenditoriale dell'organizzazione criminale di Marcianise. Ed ascoltando le sue telefonate e le sue chiacchierate che esce fuori la 'patata bollente'. Perché Grillo inizia a lamentarsi dopo gli articoli che sono stati pubblicati sulla Gazzetta di Caserta di un problema relativo a fatture pagate alla sua società dall'Asl di Caserta che, in realtà, non avrebbero dovute essere pagate perché 'extra contratto'. E Grillo si lamenta che i politici non lo rispondono neanche più a telefono "perché anche paura". Ed afferma: "Angelo Polverino si doveva prendere anche i soldi e neanche se li è venuti a prendere". E' da questo spunto che gli inquirenti iniziano a cercare conferme su quello che avviene all'Asl di Caserta e decidono di piazzare le cimici negli uffici del direttore amministratore Giuseppe Gasparin (oggi arrestato) e del direttore generale Paolo Menduni. E proprio da queste intercettazioni ambientali si capisce il clamore della notizia delle fatture pagate alla New Splash per un totale di 800mil euro. Il 21 maggio 2012 Menduni prima convoca Gasparin al quale chiede chiarimenti e l'allora dirigente al Provveditorato afferma che le fatture sono state liquidate perché Crisci (Raffaele, dirigente del settore Affari legali) non si è opposto in tempo. Menduni quindi chiede a Gasparin ed alla sua segretaria di avere tutti gli atti necessari per capire la vicenda. "Perché è stata presentata anche un'interrogazione e dovrò rispondere" sottolinea.

inchiesta asl caserta arrestato angelo polverino angelo polverino giuseppe gasparin
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it