Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Terreno confiscato alla camorra per finalità sociali, c'è la richiesta del Comune

17 / 11 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Comune di Caserta acquisirà al proprio patrimonio una serie di terreni agricoli, per circa 7 ettari, ubicati in località Piantagione, della frazione San Leucio, confiscati alla criminalità organizzata. La Giunta, su proposta dell’assessore al Patrimonio Alessandro Pontillo, ha infatti approvato la manifestazione di interesse all’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata, all’utilizzo dei beni per finalità e progetti sociali. “Abbiamo immediatamente manifestato il nostro interesse – ha spiegato l’assessore Pontillo – per questi beni confiscati che ci sono stati proposti dall’Agenzia Nazionale, così come abbiamo fatto in passato e come faremo anche nel prossimo futuro per un’altra serie di immobili che ricadono nel nostro territorio e per i quali abbiamo già avviato le interlocuzioni necessarie. Oltre all’importanza di questi atti che ci permettono di utilizzare i beni confiscati per progetti sociali, tengo a sottolineare la valenza anche simbolica di questo genere di iniziative che confermano come il Comune di Caserta sia parte attiva nella lotta alla criminalità organizzata”.    

 
 

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it