Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

IL VIDEO | La falsa disabile incastrata dalle riprese

07 / 12 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Certificati falsi del medico ne attestavano la schizofrenia, però girava tranquillamente per le strade di Teverola, a piedi e in auto, nonostante i certificati medici attestassero la sua invalidità al 100% per schizofrenia. Annunziata Rinaldi, 59enne di Teverola, è stata ripresa dai carabinieri della locale stazione la donna indagata dalla procura di Napoli Nord per falsità ideologica e truffa aggravata ai danni dello Stato insieme ad un medico psichiatra di Aversa, Vincenzo Noviello.

Il medico, come emerso dall’inchiesta, attraverso il rilascio di numerosi certificati ritenuti falsi, ha diagnosticato e certificato nel tempo la sussistenza di una patologia schizofrenica ritenuta inesistente. Così la paziente ha beneficiato di indennità del sistema previdenziale connesse all’invalidità “con totale e permanente inabilità lavorativa al 100%”. Il tutto ininterrottamente dal 1997 ad oggi. Nell’inchiesta risultano indagati altri tre medici, destinatari di decreto di perquisizione domiciliare in riferimento al rilascio di attestazioni che si ritengono non corrispondenti al vero riguardo la permanenza, nel corso di una commissione di verifica straordinaria richiesta dall’Inps di Caserta, dei requisiti di invalidità per la donna. I medici indagati sono: Valentina Molisso, 48enne di Volla (Na); Angela Serino, 48enne di Marcianise; Enrico Milani, 67enne di Caserta.

 

falsa invalida teverola
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it