Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ARRESTO LA TORRE | Quando Tiberio inneggiava al Movimento 5 Stelle e 'ripudiava' il padre. IL VIDEO

27 / 04 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un anno fa intervisato da Dino Giarusso delle IENE, lanciava un appello in tv a rinnegava il trascorso camorristico del padre, scegliendo di stare dalla parte della legalità. Oggi è stato arrestato in una operazione coordinata dalla DDA di Napoli per detenzione illegale di armi da guerra.

Lui è Francesco Tiberio La Torre, figlio di Augusto, boss sanguinario della camorra di Mondragone tra gli anni ’80 e ’90, detenuto dal 1991. Tiberio, finì al centro di una polemica per un commento ad una foto di Di Maio in visita in un’azienda di Mondragone che ha usufruito dei finanziamenti M5S per il microcredito, in cui spiegava come i grillini fossero “la speranza per i giovani”.

Parole finirono nel mirino dell’europarlamentare casertana del Pd Pina Picierno, che aveva sottolineato il “pedigree criminale” della famiglia La Torre: “Sa che il figlio non ha mai preso le distanze dalla terribile storia criminale del padre? Che messaggio ritiene di inviare a chi a Mondragone si batte ogni giorno contro la camorra? Io spero con tutta me stessa che Di Maio voglia chiarire immediatamente da che parte sta. Sulla camorra non si scherza”, commenta la deputata europea.

Immediata fu la replica dell' attuale capo del M5S: “Il M5S è contro la camorra con tutte le forze e quindi contro quella famiglia non rispondo di commenti o foto rubate”.

Nel servizio il figlio del boss Augusto, all’epoca dei fatti custode di una area residenziale, prese le distanze: “Ha dalla vita di merda che ha fatto il padre. Ha sbagliato tutto, ha buttato una vita – spiegò Francesco Tiberio La Torre -. La camorra opprime il popolo ed il territorio, non è una cosa bella, è da sconfiggere. La camorra mi fa schifo e ne prendo le distanze”.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO DE ‘LE IENE’ SU LA TORRE

 

 

la torre arresto mondragone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.