Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Traffico di coca, la figlia del boss arrestata col marito. Scoperto anche il deposito della `coca`

13 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella tarda mattinata di ieri, in due distinte operazioni, la Squadra Mobile di Caserta ha sequestrato circa 1 kg. di cocaina, arrestando 3 persone. Infatti, i poliziotti della Squadra Mobile di Caserta, da tempo impegnati in attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti nel comprensorio di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e zone limitrofe, dopo un lungo pedinamento, congiuntamente alla Squadra Mobile di Ancona, arrestava due “corrieri” casertani, mentre trasportavano circa 370 gr. di cocaina. In particolare, all’uscita del casello autostradale di Ancona Nord, i poliziotti intimavano l’alt ad un’autovettura VW Golf sulla quale viaggiavano i coniugi Domenico De Lucia e Michela Piscitelli, entrambi incensurati, che invece acceleravano la marcia tentando di allontanarsi. I poliziotti, durante il breve inseguimento, notavano che dal lato passeggeri, dove sedeva la donna, veniva lanciato un involucro che una delle pattuglie recuperava immediatamente tra i cespugli che costeggiavano la strada, accertando che conteneva della cocaina, accuratamente confezionata sottovuoto e suddivisa in tre buste ciascuna del peso di circa 120 gr.. Lo stupefacente, che si presentava in forma di solida, analizzato dal locale laboratorio della Polizia Scientifica, risultava purissimo. Sebbene incensurati, i due giovani, arrestati per detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente, risultano collegati agli ambienti della criminalità casertana dediti al traffico di stupefacenti, infatti Michela Piscitelli è figlia di Filippo, sorvegliato speciale alias “O Cervinar”, a sua volta fratello del pregiudicato Raffaele arrestato dalla Squadra Mobile di Caserta il 18 dicembre 2010, insieme ad altre 27 persone, nel contesto dell’operazione c.d. White snake, che aveva permesso di disarticolare una emergente organizzazione attiva in Caserta, Maddaloni e Cervino, dedita al traffico ed allo spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti del tipo cocaina, hashish e sostanze psicotrope ricavate da sintesi chimica.  Nelle stesse ore, altro personale della Squadra Mobile di Caserta, a seguito di servizi di pedinamento effettuati nel comprensorio di San Felice a Cancello, effettuava una perquisizione presso un deposito di materiale edile della società “Global Moviter”, di proprietà del pregiudicato Antonio Passariello, titolare di una ditta di movimento terra. Nel fondo, adibito  a deposito di materiali edili e di legna, venivano rinvenuti e sequestrati ca. 550 gr. di cocaina.
Cronaca Santa Maria a Vico San Felice a Cancello Pignataro Maggiore Pignataro Maggiore paintball
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.