Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Trasformano l'appartamento in una centrale di spaccio, due fratelli arrestati

07 / 03 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione finalizzata al contrasto del fenomeno criminoso della spaccio di sostanze stupefacenti nell’intera provincia da parte della Polizia di Stato. Infatti nella giornata di ieri gli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Polizia di Santa Maria Capua Vetere hanno tratto in arresto due fratelli: Silvio Fasanella, 29enne di Maddaloni e domiciliato a Camignano, e Carmine Fasanella, 23enne di Acerra e domiciliato a Camignano, poiché ritenuti responsabili in concorso tra loro di detenzione ai fini di spaccio di hashish. A seguito di attività info-investigativa e di appostamento, gli agenti operanti accertavano che i Fasanella, residenti in Casal di Principe, avevano allestito un’attività di spaccio di hashish a Camigliano, e per tale attività avevano li preso in affitto un appartamento in via Rocco nr. 6, base logistica della illecita attività, spostandosi a bordo di una Fiat Punto di colore verde. Gli agenti durante la perquisizione rinvenivano 97 grammi di hashish e anche un bilancino di precisione, un coltello e materiale per il confezionamento. Dopo le incombenze di rito, i Fasanella sono stati associati alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

camignano spaccio droga appartamento fasanella arresti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.