Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Terremoto nel Sannio: scuole chiuse dopo le forti scosse della notte. Avvertito anche nel casertano

27 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata registrata alle 3:08 a Benevento, preceduta da due eventi rispettivamente alle 2:46 e alle 2:57 di magnitudo 2.4. I dati sono stati rilevati dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico del Sannio. Avvertito anche nel casertano, soprattutto nella Valle di Suessola. Le scosse si sono verificate ad una profondità ipocentrale di 11.4 e 15.1 e 11.0 chilometri.I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo. Siamo in attesa di ulteriori aggiornamenti. Resteranno chiuse per un giorno le scuole nel comune di Ariano Irpino, in provincia di Avellino, uno dei centri colpiti dalla serie di scosse di terremoto registrate la notte scorsa con epicentro nei comuni di Paduli, in provincia di Benevento. La scossa di magnitudo 4.1 e’ stata avvertita distintamente anche ad Ariano Irpino, Montecalvo Irpino e Melito Irpino, dove la gente e’ scesa in strada e si e’ radunata nelle aree di raccolte previste nei piani di protezione civile. Il sindaco di Ariano Irpino, Antonio Mainiero, ha disposto la chiusura di tutte le scuole per consentire a vigili del fuoco e tecnici comunali di compiere tutte le verifiche strutturali sugli edifici. “Al momento – spiegaMainiero – non sembra ci siano danni, anche perche’ dopo i terremoti del 1962 e del 1980 almeno il 75% del patrimonio edilizio e’ stato sottoposto a normative antisismiche di un certo rilievo. In via precauzionale, pero’, abbiamo deciso di verificare tutti gli edifici scolastici“.
Cronaca terremoto scuole chiuse paura paura Cesa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.