Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il coordinatore Pdl Mastroianni: ‘Amministrazione inadeguata’

25 / 06 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il coordinatore cittadino del Pdl di Santa Maria Capua Vetere, Salvatore Mastroianni, interviene nuovamente sulla questione del tribunale della città, che scomparirà a breve. “Oltre al danno di vederci scippare come città il tribunale, anche la beffa di rimanere vincolati come Comune a contratti di fitto esorbitanti per i capannoni industriali in località Grattapulci, 1 milione di euro all’anno per 9 anni”. Mastroianni accusa quindi l’amministrazione del sindaco Biagio Di Muro: “Continua a convocare evanescenti riunioni sulla questione del tribunale mentre la città si rende conto che proprio un pezzo importante dello storico tribunale, che le è valso per 200 anni il titolo di “città del Foro”, già è stato assegnato altrove grazie proprio all’inerzia politica del governo cittadino. In realtà Di Muro-Mattucci-Stellato invece di chiudersi nelle proprie stanze, con i consiglieri e gli assessori, a discutere del numero degli assessori, dei balconi fioriti o della mostra della camelia, avrebbero eventualmente fatto meglio a tentare di andare a Roma, presso il Governo nazionale, dai propri riferimenti politici e cercare di avere voce in capitolo su una importante vicenda nella quale grazie alla loro assenza di peso politico, la città è stata praticamente tagliata fuori”. Mastroianni accusa la giunta anche dei contratti per l’affitto dei capannoni industriali destinati agli uffici del giudice di pace: “La frittata dal punto di vista non solo dell’immagine ma anche del bilancio comunale è praticamente completa. Pertanto a nessuno venisse in mente di scaricare quelle che sono semplicemente proprie e sole responsabilità dell’amministrazione comunale su altri livelli politici, perché la verità è unica: la triade Mattucci-Di Muro-Stellato è nata attraverso la fusione impropria di forze politiche che non hanno assolutamente nulla in comune e che risultano essere, proprio per questo motivo, prive di peso politico e fuori da ogni tavolo istituzionale che conta; tale indiscutibile dato la città lo sta iniziando a pagare in ogni settore: smembramento del tribunale, depauperamento dell’ospedale, perdita della scuola infermieri e chissà cos’altro l’attende”.
comune santa maria capua vetere tribunale salvatore mastroianni salvatore mastroianni biagio di muro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.