Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI | 20 misure cautelari per falsi incidenti, 54 gli indagati. I PRIMI NOMI

16 / 01 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’indagine ha consentito, tra l’altro, di accertare l’esistenza di un sodalizio criminale, composto principalmente dai titolari di un’agenzia di infortunistica stradale, i quali, grazie alle false attestazioni di periti assicurativi compiacenti, sono riusciti a simulare incidenti stradali con danni a persone e cose, ottenendo dalle compagnie assicurative indennizzi per diversi milioni di euro. 

16 persone sono finite in manette, per 4 invece è scattato il provvedimento di divieto di dimora, mentre gli indagati, compresi quelli che hanno misure più lievi o che rimangono a piede libero, sono complessivamente una ottantina. Nell’elenco dei destinatari della misura cautelare ci sono infatti alcuni avvocati di Santa Maria Capua Vetere, Casaluce e Teverola. Complessivamente sono 54 gli indagati dal giudice per le indagini preliminari, ma sono ben 120 le persone finite nel mirino degli investigatori.

Ai domiciliari sono finiti i fratelli Scalzone di Casal di Principe operatori commerciali di prodotti ortofrutticoli.

Coinvolta anche l'intera famiglia Di Martino di Frignano, con un arresto in carcere per Di Martino padre, mentre per la moglie e per la figlia è stato stabilito un obbligo di dimora.

 

IL PRIMO LANCIO DI QUESTA MATTINA

Nelle prime ore della mattinata odierna, nella provincia di Caserta, i Carabinieri del Nucleo Investigativo stanno eseguendo un’ordinanza di misure cautelari, emessa dal gip presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 20 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla frode assicurativa, alla falsa testimonianza, alla corruzione in atti giudiziari e all’evasione dell’Iva.

L’indagine ha consentito, tra l’altro, di accertare l’esistenza di un sodalizio criminale, composto principalmente dai titolari di un’agenzia di infortunistica stradale, i quali, grazie alle false attestazioni di periti assicurativi compiacenti, sono riusciti a simulare incidenti stradali con danni a persone e cose, ottenendo dalle compagnie assicurative indennizzi per diversi milioni di euro.

 

TRUFFA ASSICURAZIONI CASERTA
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.