Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

FALSI INCIDENTI | In 20 rischiano il processo per truffa alle assicurazioni. I NOMI

29 / 03 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sono 20 gli indagati per l’inchiesta sulle truffe alle assicurazioni che rischiano il rinvio a giudizio. A chiederlo, sono stati i pm Dongiacomo e Di Schiva, titolari dell’inchiesta che lo scorso 16 gennaio portò all’esecuzione di 14 misure cautelari nell’agro aversano.

Secondo la ricostruzione della Procura, sette persone sarebbero state i promotori ed organizzatori dell’associazione a delinquere posta in essere per truffare le compagnie assicurative con falsi incidenti. I pm hanno chiesto quindi il rinvio a giudizio per: 

Paolo Di Martino, 31 anni di Villa di Briano, 

Giuseppe Temperato, 65 anni di San Marcellino, 

Luigi Temperato, 32 anni di San Marcellino, 

Roberto Pellegrino, 45 anni di Villa di Briano, 

Angelo Maisto, 34anni di Villa di Briano, 

Salvatore Santoro, 39 anni di San Marcellino.

Potrebbero andare a processo anche gli avvocati del gruppo crimane:

Giuseppina Picone, 44enne di Teverola;

Paolo Pellegrino, 45enne di San Marcellino; 

Vincenzo Avolio, 36enne di Teverola;

Nicola Russo, 33enne di Aversa;

In veste di periti hanno partecipato all’organizzazione criminale Tommaso Cavallo, 37 anni, e Domenico Cerullo, 60enne di Casal di Principe.

Rinvio a giudizio chiesto inoltre per Luigi e Vincenzo Scalzone, 43 e 39 anni, entrambi di Casal di Principe. 

Davanti al gup, con l’accusa di associazione a delinquere, dovranno comparire inoltre Giuseppe Di Martino, 72 anni, Raffaella Di Martino, 28 anni, Giuseppina Intelligenza, 65 anni, Antonio Della Corte, 36 anni, Giovanni Lama, 39 anni, tutti di Villa di Briano. L’udienza è stata fissata per metà aprile davanti al giudice Raffaelle Coppola.

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.