Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La truffa dei rifiuti: perquisizione in decine di Comuni casertani. Fiamme gialle in 2 aziende

06 / 09 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Non solo Caserta: la truffa dei rifiuti sarebbe stata operata anche in un'altra decina di comuni di Terra di Lavoro. E' su questo filone di indagini che sta indagando la Procura di Santa Maria Capua Vetere ed è per questo che stamattina la Guardia di Finanza ha effettuato una serie di acquisizioni di documenti nei Comuni di Casagiove, Teano, Giano Vetusto, Caianello, Alvignano, Gioia Sannitica, Galluccio, Riardo, Piedimonte Matese e San Gregorio Matese. Dieci comuni che sono sotto la lente per la gestione del trasporto dei rifiuti in discarica. L'ipotesi di reato è un accordo tra due aziende gli enti locali per far risultare una quantità di rifiuti da smaltire superiore a quella reale, per permettere alle aziende di percepire liquidazioni maggiori. La Finanza ha portato via documenti anche dalle sedi di Gesia (proprietà di Luciano Sorbo) ed Impresud di Francesco Iavazzi, fratello del (quasi ex) patron della Juvecaserta Raffaele

caserta finanza perquisizioni rifiuti comuni indagini
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.