Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Uccide vicino di casa per la musica troppo alta, 73enne di Castel Volturno accusato di omicidio aggravato

01 / 06 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nel corso della mattinata, a Castel Volturno, i carabinieri hanno notificato ad Antonio Rocco, 73 anni l’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per omicidio aggravato ed omessa denuncia trasferimento di armi legalmente detenute. Il provvedimento è scaturito a seguito della morte di Giancarlo Schioppi, avvenuto presso l’Ospedale Cardarelli il 21 maggio scorso, ove era stato ricoverato a seguito delle complicanze insorte successivamente alle gravi ferite riportate in occasione dei fatti avvenuti il 6 aprile 2013 in località Baia Verde di Castel Volturno, allorquando fu colpito alla spalla destra da due colpi d’Arma da fuoco esplosi, con un fucile da caccia regolarmente detenuto, da Rocco a seguito di un litigio per il volume della musica troppo alto.. L’arrestato, che già si trovava agli arresti domiciliari, dovrà permanervi in forza del nuovo provvedimento.  
omicidio castel volturno giancarlo schioppi antonio rocco antonio rocco morto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.