Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Un artista di `seconda fila` porta in alto il nome di Marcianise alla fiera di Francoforte

09 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Domani avrà luogo la Fiera del Libro di Francoforte: unico distributore italiano presente nel padiglione del libro d'arte sara' Libro Co. Italia e per tale occasione saranno esposte le monografie di “Ludovico de Majo da Marcianise" di Donato Musone e Salvatore Costanzo e di Luca Palermo "Raffaele Uccella. 1884-1920” edite dalla collana editoriale Risvegli Culturali curata da Donato Musone. Su “Ludovico de Majo da Marcianise" Augusto Salustri, Prefetto commissario del Comune di Marcianise nel 2009, scrive nella presentazione del libro il seguente pensiero: "Molte persone, specie quelle che non risiedono a Marcianise, pur avendo avuto occasioni di interessarsi alla storia e al patrimonio figurativo locale, non possono farsene un concetto esatto e completo, perché assorbite dal ritmo veloce dei mutamenti sociali e culturali e dalla partecipazione spesso troppo intensa della formazione del destino della Città, anche quotidiano, che lascia poco spazio agli approfondimenti sull’arte. Non vi è dubbio che oggi, più che mai, si avverta a Marcianise la connessione della vita culturale e artistica con tutte le altre forme della civiltà del passato, da quella politica a quella religiosa, da quella morale a quella sociale. Accanto ai più appariscenti luoghi che costituiscono i tratti più autentici dell’identità culturale della Città, esiste un patrimonio storico- artistico “minore” che rappresenta un modo di conoscere e di fare come ogni altra attività che impegna i nodi del nostro tempo e della nostra condizione storica. Il lavoro che qui saluto e che va sotto il titolo di “Ludovico de Majo da Marcianise, pittore minore del ‘700 napoletano”, è incentrato proprio sull’opera di un artista di “seconda fila”. Il saggio, licenziato alle stampe da Donato Musone e Salvatore Costanzo, studiosi indubbiamente mossi dall’amore della loro Terra, è una sintesi viva e appassionante di una ricerca basata sulla riscoperta di alcuni aspetti del Settecento locale (e più in generale napoletano)".
Marcianise Cultura Maddaloni Piana di Monte Verna Piana di Monte Verna Mondragone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.