Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Un successo il convegno dei giovani di Forza Italia a Casapesenna con don Manganiello

12 / 04 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Grande successo ha avuto il convegno "Gesti di ordinaria Legalità" tenutosi presso il centro sociale Cangiano di Casapesenna nella serata di venerdì 11 Aprile, evento organizzato dai Giovani di Forza Italia locale. La manifestazione ha riscontrato l'avvicendarsi di una serie di interventi; ad iniziare si è avuta l'introduzione con la successiva presentazione degli ospiti da parte del presidente dei forzisti Marco Piccolo, a seguire hanno preso parola due giovani, Pasqualina D'Aniello e Nicola Bambundo, che con grande convinzione hanno espresso la loro voglia di attuare una vera e propria rivoluzione dell'andazzo del territorio locale, per far si che venga meno l'etichetta di camorristi che da anni attanaglia la città. A seguire l'europarlamentare Enzo Rivellini nel suo breve intervento ha spiegato a tutti i presenti l'importanza del Parlamento Europeo e dei tanti aiuti che tale organo può attuare, dato che l'Europa negli ultimi tempi è visto lontano dalle esigenze della gente, invitando tutti presenti a porre l'obiettivo di far si che il territorio non venga più etichettato come "Terra dei Fuochi" ma ritorni ad essere considerato la popolazione di "Terra di Lavoro". A prendere parola anche il candidato sindaco di "Noi Casapesenna" Antonio Garofalo,  che ha spiegato il motivo della sua candidatura, frutto di un volere di un gruppo di persone formato per la stragrande maggioranza da giovani, il cui obiettivo è quello di lavorare sodo per Casapesenna per far si che la città  respiri una vera e propria aria di cambiamento. Nel concludere Garofalo ha invitato vivamente anche a non utilizzare il termine legalità come propaganda elettorale, perché il suddetto termine deve essere onorato per l'appunto con gesti quotidiani. A chiudere il convegno don Aniello Manganiello, fondatore dell'Associazione per la Legalità Ultimi ed autore del libro "Gesù è più forte della camorra", che ha spiegato la sua incessante azione che ha attuato nel territorio di Scampia rischiando anche di essere ammazzato, e che pian piano ha portato i suoi frutti. A lavori conclusi il presidente Piccolo ha dichiarato: “Abbiamo scelto questo titolo per tale convegno perché l'illegalità non si combatte solo con interventi forti ed eclatanti, essa si combatte in modo efficace ed efficiente con gesti di ordinaria legalità che riescano a lasciare quotidianamente un messaggio nella vita reale di tutti i giorni. Gesti - continua Piccolo – che riescano ad eliminare degli atteggiamenti che risultano quasi consolidati, come l'unico modo per la risoluzione di qualsiasi situazione”. 
casapesenna forza italia convegno giovani giovani legalita`
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.